Oklahoma City Thunder 95 – Houston Rockets 96

Parte fortissimo Houston (+16 dopo 12′), ma i Thunder recuperano e hanno in mano il tiro della vittoria, sbagliato da Durant (33p e 8r) e mal corretto da Westbrook (26p, 8r e 6ast). Oltre ai big two, per OKC ci sono 17p di Harden uscendo dal pino. Tutto questo non basta contro i Rockets, che vincono grazie alla grande serata di Martin (32p e 10/18 al tiro), coadiuvato alla perfezione da Scola (15p), Parsons (14p e 7r) e Lowry (11p+9ast).

San Antonio Spurs 113 – Toronto Raptors 106

Tony Parker chiude con 34p e 14ast, e gli Spurs infilano la nona W consecutiva. Green e Splitter aggiungono 19p, Ginobili 11 in 20 minuti. Per Toronto non bastano i 16p+11ast di Calderon e i 29p di DeRozan.

 

Sacramento Kings 85 – New York Knicks 100

E così sono 7 le W di fila per NY. Sette uomini in doppia cifra e un attacco che gira alla perfezione, Field è il top scorer con 15p, Stat chiude con 11p, e Lin firma la doppia doppia da 10p e 13ast. A Sacramento non bastano 19p di Evans, 15 di Cousins e i 14p del rookie Thomas.

 

Philadelphia 76ers 87 – Orlando Magic 103

Vittoria comoda per i Magic che scappano via nel primo quarto e non si voltano più indietro, conquistano un’importante W contri i rivali di Conference. Anderson è il top scorer con 27p, Howard firma la “solita” doppia doppia da 17p+14r, Nelson segna 12p e distribuisce 14ast. Per i 76ers ci sono 21p di Lou Williams e 15p, ma con 6/14 al tiro, di Igoudala.

 

Detroit Pistons 98 – Boston Celtics 88

Risultato a sorpresa, con i Pistons che continuano il loro buon momento di forma strappando la W al Boston Garden. Protagonisti della serata sono Monroe (22p+9r), Stuckey (25p) e Gordon (22p), che guidano Detroit alla vittoria. Per Boston c’è una grande prestazione di Rondo (35p e 6ast), e una buona partita di Wilcox (17p e 9r), partito titolare al posto di KG, ma troppo poco arriva da Pierce (10p ma 3/11 al tiro) e Ray Allen (10 con 1/5 dal campo).

 

Memphis Grizzlies 105 – New Jersey Nets 100

Continua il periodo positivo di Memphis che vince sul campo dei Nets, grazie alla bella prova dei suoi titolari. Gay segna 25p, Speights chiude con 20p e 18r, Allen ne mette 21 e Conley firma la doppia doppia da 16p+10ast. Per i Nets ci sono 26p e 11ast di Deron, 17p di Morrow e 12 del rientrante Brooks.

 

Indiana Pacers 87 – Cleveland Cavaliers 98

Seconda sconfitta in due sere per i Pacers, che senza Granger perdono sul campo dei Cavs. Collison firma 18p, Hibbert 17 e West chiude con 10p+10r. Ma il 36% al tiro, e il rientro di Irving (22p e 5ast) fermano Indiana. Per i Cavs oltre al play, gioca una bella partita anche il centro turco Erden, che partito titolare al posto di Varejao, segna 18p e raccoglie 8r.

 

New Orleans Hornets 92 – Milwakee Bucks 89

Quando meno te lo aspetti, gli Hornets tornano al successo. Bellinelli trascina i suoi con 22p e 6/7 da tre, Kaman aggiunge 18p e 10r, Ayon firma la doppia doppia da 12p+12r e la vittoria numero sei in stagione è servita. Per Milwakee non bastano 23p, massimo in stagione, di Ilyasova, e 18 di Jennigs per evitare una brutta sconfitta.

 

Charlotte Bobcats 90 – Minnesota Timerwolves 102

La sfida tra due dei migliori rookie della stagione, Kemba Walker e Ricky Rubio, se la aggiudica lo spagnolo, che pur non brillando chiude con 6p e 7ast, e vede i suoi T’Wolves vincere senza troppi problemi. A guidare i Lupi è il solito Love (30p+18r), aiutato da un grande Pekovic che segna con 21p e raccoglie 11r. Per i Bobcats ci sono 21p di Kemba, 18 di Magette e 14 di Diaw.

 

Denver Nuggets 84 – Dallas Mavericks 102

La sfida tra grandi dell’Ovest va ai Mavs, vincenti grazie alla buona prestazione di Marion (16p, 10r e 6ast), Carter (15p) e Odom (14p, dalla panchina), mentre Nowitzki si ferma a 12p con 5/12 al tiro. Per Denver, priva di Gallinari, Nene e Mozgov; che tira male da ogni parte del campo (35% al tiro, 22% da tre e 58% ai liberi), non bastano 14p di Fernandez, 13 di Harrington, e 12 di Faried e Koufos.

 

Atlanta Hawks 101 – Phoenix Suns 99

Vince in rimonta Atlanta, trascinata da un grande Josh Smith (30p, 17r e 7ast), al quale si affiancano Green (20p), Teague (16p) e Pachulia (15p). Ai Suns non bastano 22p+16ast del “solito” Steve Nash, 18p di Hill e 13p+11r di Frye.

 

Portland TrailBlazers 93 – Golden State Warriors 91

Senza Aldridge, i Blazers rimbalzano dalla brutta sconfitta casalinga subita contro i Warriors, e vincono in trasferta contro Golden State. Gerald Wallace (24p) e Jamal Crawford (14p, ma soprattutto gli ultimi 5 della partita) guidano Portland verso un importante successo. Per i Warriors ci sono 29p+11r di Lee, 21p e la palla persa nell’ultima azione della sfida per Nate Robinson.

 

Washington Warriors 84 – Los Angeles Clippers 102

Semplice vittoria per i Clips che guidati da Griffin (23p+15r) e Butler (21p) conquistano un importante successo. CP3 “si limita” a 16p e 9ast, Jordan e Mo Williams aggiungono 11p ciascuno. Per i Wizards, reduci da una bella vittoria al Rose Garden, non bastano i 18p+12ast di Wall, i 14p di Young e i 18p di McGee.

Post By Galians (53 Posts)

Dalla prima partita di LeBron seguo il mondo NBA, la coppia Buffa-Tranquillo mi ha fatto innamorare!
La semifinale tra Duke e UConn nel torneo NCAA 2004 invece mi ha fatto scoprire un mondo ancora più fantastico, quel college che produce passione e talento, Marzo è il mese più bello dell’anno.
@Rgalians su Twitter

Connect

64 thoughts on “NBA – Spurs e Knicks non si fermano più, cadono Boston e OKC

  1. Boston brutta sconfitta, si sentiva la mancanza di KG…sopratutto del suo carisms, non tanto della presenza fisica.
    Segnale d’allarme la serie di L di Denver e Indiana: denver messa male cno gli infortuni ma sembra aver perso tanto con il Gallo fuori; Indy anche lei in un brutto periodo, ora più che mai con Granger rotto sono cazzi!
    Lin ritorna più umano nel suo scorer, ma come ha girato bene l’attacco di NY; Cousin deve saltare!!
    Infine nota molto positiva su Parker e Smith che sono in un ottimo stato di forma, j-smoove sarà un pò incazz per l’ASG :)

  2. A Est dopo Miami e Chicago se la squadra gioca come sa i miei Magic sono lì.
    I problemi ormai li conosciamo tutti, il grosso peccato è che più si avvicina il 15 Marzo più la squadra ri-comincerà ad impazzire Howard si Howard no; è chiaro che in questo mese si decide il futuro della franchigia, perchè non possiamo permetterci di vedere andar via Howard per un pugno di mosche.

    O il ragazzone ripete e lo dice chiaramente che vuole essere scambiato allora caro Otis in questo mese buon lavoro, o si mette l’anima in pace e continua a sposare il progetto Magic.
    Non possiamo più rimanere nel limbo, o di quà o di là.

  3. Mi tocca scrivere perche’ ho letto nei commenti di ieri qualcuno che ha scritto che il barone nn ha mai fatto nella carriera quello che ha fatto Lin in questa settimana…Are you kidding me???

    • Ho sempre avuto un debole per il barone
      da quella schiacciata da rukie in faccia a Garnett (un’altro Garnett rispetto a quello di oggi)
      per forza fisica e talento pochi rivali nel ruolo quando era al suo meglio
      per intelligenza cestistica però qualche dubbio
      Le sue squadre non hanno mai girato benissimo e al suo fianco non ricordo giocatori che sono esplosi giovandosi delle sue giocate, giocate difensive come quella di Lin al Madison (lo sfondamento preso partendo da 3-4 metri in diagonale) io non ne ricordo, spaziature e assist in continuità neppure
      insomma 10 volte più talentuoso ma non necessariamente più utile
      lo cico con l’amaro in bocca, e ho la sensazione che abbia perso il treno Knicks, tutti lo aspettavano fiduciosi come il salvatore
      è arrivato un’altro, che ha qualcosa che in lui non ho mai visto

  4. Vorrei dire la mia su Jeremy Lin

    Vedo tantissimo entusiasmo intorno a questo giocatore, molti non si capacitano del fatto che possa essere cosi bravo.
    Non ci vedo nulla di strano.
    Un ragazzo chiaramente sottovalutato perchè non nero, non particolarmente atletico, e dal pedegree universitario rivedibile (dal punto di vista cestistico) poichè Harvard di solito sforna geni non propriamente destinati alla pallacanestro.
    Inoltre, durante un training camp, valuti le caratteristiche tecniche e fisiche di un giovane, difficile farlo con quelle mentali.
    Se uno ha le palle per gestire una squadra ad alti livelli sotto pressione, se uno è in grado di mettere un buzzer-beater per la vittoria, beh…quelle sono cose che puoi scoprire solo dando qualche chance sul campo.
    Ed ecco che Lin, quasi per caso, si trova ad avere in mano un’occasione che prima non aveva mai avuto e la sfrutta al meglio.
    Perchè stupirsi tanto? Il suo QI cestistico come poteva venire fuori prima, stando seduto in panchina?
    Resta una bella storia, cmq. Piace anche a me.

    Dal punto di vista tecnico:
    Con Stat nessun problema potrà mai esserci, visto che Lin è molto più simile a Nash che ad un Rose o ad un Westbrook.
    Con Anthony non so. Se Melo lo lascia giocare, prendendo in mano la palla solo nei finali di gara se necesseraio, se si mette al servizio della squadra, credo possa funzionare.
    Il Barone quando tornerà farà il backup?

    Una cosa su D’Antoni:
    Tante critiche perchè il suo modo di giocare a tratti è assurdo, ok, però ancora una volta ci troviamo di fronte ad una sua squadra che, se ha gli interpreti giusti, comincia a vincere con continuità.
    Magari non un titolo, ma ora NY, con il roster che ha e con il ruolo che era più scoperto finalmente puntellato, sarà un osso molto duro ad est.

  5. Magician

    Mi piace il tuo ottimismo, ma io nn la penso cosi.
    15 triple. Siamo sempre li. Se entrano bene, senò buonanotte.
    Nessuno che segni da 2, tolto Howard.
    J-Rich che nn attacca il ferro neanche a morire: 5 tiri dal campo, 4 dietro l’arco.
    Appena incontriamo una squadra sopra la media le prendiamo, finora è stato sempre cosi, in ultimo venerdi scorso contro gli Hawks.
    E ho detto gli Hawks, non i Thunder o gli Heat.
    Si parla di JR Smith per ovviare a questi problemi e dare più impatto alla panca, dalla quale sostanzialmente esce con profitto solo Redick.
    Non sarebbe male, ma è una testa calda discontinua e nel ruolo siamo coperti.
    A meno che non ci sia qualche trade in canna che aspetta solo Marzo x decollare…

  6. a livello di talento, per me, ma già all’inizio di stagione, la seconda dopo miami ad est sono i knicks…che ora pare hanno anche un sistema d’attacco ragionato…se poco poco s’ipegnano in difesa potremmo avere una finale ad est coi botti (per le tv)

  7. Ragazzi per me Howard ha già cambiato maglia… Destinazione california… E ciò mi dispiace non poco

  8. come avevo detto la vittoria di boston su chicago era stata una vittoria di pirro, il ciclo è finito, prima si ricostruisce meglio è….anche se viene da piangere.

  9. da notare nel riassunto di minnesota, la “doppia”, fatta da Kevin Love, più bella della storia. Ricezione-palleggio-finta-palleggio…

  10. Perché la sfida tra kemba e rubio l’ha vinta lo spagnolo??? Se parliamo di chi ha vinto trA charlotte e Minnesota allora non ci sono dubbi ma se è una sfida tra giocatori il buon rubio è andato sotto parecchio!

  11. Comunque non l’avrei mai pensato: vinciamo una partita punto a punto e contro i Warriors che spesso ci battono.
    Poi vedo che McMillan mette Batum da 3 e Wallace da 4 e giocano benissimo!

  12. Su Rubio: bravissimo nel creare gioco, ma non sa buttarla dentro neanche in una vasca da bagno.

  13. Boston è ampiamente finita purtroppo.

    Chi vede in ny una contender faccio presente che ok hanno i lunghi giusti per romper le palle agli heat. Ma gli heat sanno anche difendere e molto bene. E se giochi con loro a chi segna di più la vedo dura.

  14. Io da tifoso di NY non vedo l’ora che torni (sano), il Barone, Lin mi sta meravigliando e facendo godere ma non può fare 40 minuti a partita, mentre il Barone vista la lunga inattività all’inizio potrà accontentarsi di un rientro soft da 15/20 minuti a partita spero e credo che Davis con l’esperienza sia maturato,poi in seguito si vedrà preferisco comunque avere problemi di scelta fra LIN e il BARONE piuttosto che fra BIBBY e DOUGLAS.
    Una annotazione su Boston ormai siamo ai titoli di coda ma credo che quest’estate senza i contrattoni di GARNETT , ALLEN E O’NEILL che prendono 37 milioni di dollari potranno pescare molto bene tra i free agent ripartendo con PIERCE E RONDO a rappresentare la vecchia guardia.

  15. Ma come fate a dire che non ci vedete nulla di strano nelle prestazioni di Lin? Andate a fare gli scout, avete un futuro assicurato.
    Cioè che potesse avere una carriera Nba lo si poteva pensare, nonostante gli evidenti limiti fisici, ma ragazzi questo da quando è titolare ha tipo 25 punti e 8,5 assist di media, ha preso una squadra allo sbando, dove sono venuti a mancare i primi 2 giocatori, e li ha portati a vincere 7 partite di fila!
    Se dovesse continuare così sarebbe in lizza per l’MVP e tu non ti stupisci? Penso che nemmeno sua mamma avrebbe mai pensato a qualcosa del genere.

  16. comunque questi knicks di adesso contro miami e chicago sono tutti da gustare
    quanto meno per vedere la reale consistenza
    già domenica ci sono i mavs al garden mi pare

  17. alert, non dovevano vincere i kings??..e cousins la miseria di 4rimbalzi contro chandler…non un caso…go knicks!

    • Nella prima gara contro i Knicks ne aveva presi 11 di cui 6 offensivi in 28 minuti. Speravo in una loro vittoria visto che avrebbero fatto a gara a chi segnava di più. Ho fallito il pronostico…ehehehh

  18. Kings spazzati via. Gara neanche iniziata che erano sotto di ……

    I Knicks tornano al 50% attenti nel vedere se Melo fa lo str….. oppure lascia giocare Lin e il Barone quando tornerà. Se vorrà la palla al 10mo secondo son dolori, se invece la prendesse in ritmo il discorso cambierebbe. Non mi piace il sistema ma il talento c’è.

    I Raptors ne perdono un’altra con una proverbiale cappellata del fesso di turno nel finale di gara. Forbes se non sbaglio, durante una transizione offensiva sotto di tre, decide di toccare la palla con due mani per poi palleggiare di nuovo. Fischio arbitrale e lui che si lamenta! Squadra allenata bene da Casey, che non va sotto di 15/20 punti quasi mai, giocandosela contro squadre molto meglio attrezzate avendo a regime gente che non sa palleggiare, con IQ cestistico basso e limiti tecnici notevoli. DeRozan fa 29 in transizione e con qualche preghiera a canestro. Poi arriva il finale di gara combinandone di cotte e di crude.

    Rockets favolosi. Record vincente e battuti i Thunder. Non hanno una stella, ma buonissimi interpreti, su tutti Lowry. Kevin Martin è scontento della panca anche se ieri è partito in quintetto sfoderando una prestazione notevole. Difensivamente vale zero e considerato che il contratto scadrà nel 2013 possono essere certi di liberarsi di una guardia con punti nelle mani ma poco funzionale al sistema. Se investiranno come si deve l’età e il roster è tale che le soddisfazioni non tarderanno a venire. Ragazzi come Lowry, Parsons, Buginger, Scola, Lee, Dragic se lo trattengono sono una buona base da cui partire.

    News
    Sembra che Minnie voglia prendere Gasol per affiancarlo a Rubio e Love. Idea non malvagia. Unico dubbio è la convivenza di Love e Gasol. Certo che se la voce fosse vera sarebbe un colpo niente male. Da capire cosa riceverebbero i Lakers. Tanti giocatori a partire da Williams.

    • ma proprio adesso che pekovic sta spaccando i mattoni?

      hanno trovato una quadratura, sono giovani. gli manca un po’ d’esperienza e una guardia (a me wes johnson è sempre piaciuto, ma a questo punto pare che di palle proprio non è abbia)

      io fossi in loro terrei pekovi (milicic centro di riserva) love (williams) rubio (ridnour) e proverei a prndere una guardia in cambio di beasley. un giocaotre alla afflalo o alla wes mathews, tenendo wes johnson di riserva.

      gasol è un giocatore sul viale del tramonto che non aggiunge niente al progetto. ti può dare qualche vittoria in piì quest’anno, ma a che serve?

  19. su jeremy lin ho letto un articolo interessante su nfl.com, in cui spiegano che se lin facesse quello che sta facendo in un piccolo mercato come toronto o memphis avrebbe molta meno attenzione che farlo nella capitale mediatica degli states

    mentre in nfl è completamente diverso, puoi giocare a green bay che puoi vincere titoli, mentre nell’nba è molto più difficile

    triste verità

  20. su Lin non aggiungo altro alla favola della Cenerentola, gran bella storia

    mercato
    heat che sondano il terreno per Kaman: se dovesse andare in porto giochi chiusi?

    • no. secondo me non è il tipo di giocatore che gli manca.

      1 è un rompicoglioni

      2 la sua capacità migliore è nel segnare

      3 non mi sembra uno che migliora nei playoff.

      • Non farebbe storie. Poi si può discutere tecnicamente ma a livello comportamentale starebbe nei ranghi. Non sarebbero gli Hornets.

  21. Gli Heat su Kaman???!!!!

    Non vedo proprio come potrebbero, visto che è in scadenza ma prende intorno ai 14 milioni l’anno… cioè secondo te l’anno prossimo si accontenterebbe di prendere meno della metà?

    Oddio, per vincere (perchè con Kaman al posto di J.Anthony credo che non ce ne sarebbe più per nessuno) ci si può anche “svendere”… ma considerando che Kaman l’anno prossimo avrà 31 anni e cercherà l’ultimo contrattone della carriera ho i miei dubbi che questo avverrà….

  22. Boh. Minnie su gasol? Una guardia gli fa schifo? Al momento love/pekovic funziona. Io non farei mosse azzardate.
    Piuttosto cerco un Ray Allen.
    Boston c’ha poco da aspettare i free agents. Non c’è nulla di interessante che sia disposto a venire a Boston.
    Boston dovrebbe cercare di ottenere il più possibile da Allen e Garnett.
    Il problema è che x’ha un Green fermo ai box con un punto interrogativo sul cuore, che fanno? Lo scaricano o costruiscono tenendo conto di avere un tweener e un ala grande di 2.02(bass).
    Serve guardia e centro: i ruoli più scoperti della lega.

  23. beh, sicuramente non è il centro che farebbe proprio al caso degli Heat, ma considerando quello che hanno ora sarebbe un upgrade bello e buono…

    detto questo, ripeto che non credo che andrà mai agli heat, non vedo come potrebbe…

  24. a livello salariale non ho controllato, ho riportato la notizia da HoopsHype.. pero secondo me gli heat fanno un miglioramento non indifferente a quel punto come lunghi avrebbero haslem, kaman, bosh, anthony/curry (uno lo daranno a Nola immagino) : numericamente e qualitativamente non dico che sarebbero il top a est, ma non sarebbero piu cosi deboli in quel settore nevralgico ai po. poi vabbe effettivamente non mi sembra una strada praticabile come stipendi però se andasse in porto diventano i favoriti d’obbligo piu di quanto non lo siano già.

    • Mi viene da pensare che possano aggiungere anche il contratto di Mike Miller che non ricordo quanto prende, ma un minimo prende e che a Miami di spazio ne ha zero…vero che da quando è arrivato a Miami non ha combinato nulla….

  25. pare che lo vogliano prendere dopo un eventuale buy-out quindi non c’è uno scambio in vista

    • ricordatevi che parliamo di Nola.

      e ricordatevi quello che è successo con la trade paul ai lakers. secondo voi gli owners permetterebbero una cosa del genere? se c’è anche solo un modo di ostacolarla lo faranno.

      detto questo ripeto, kaman secondo me porta problemi. agli heat non ci sono tiri da dare ad altri. i tiri sono di bosh-wade-lebron, gli altri devono accontentarsi degli scarichi o di raccattare nella spazzatura. a parte haslem che con il suo piazzato dalla media e il carisma del capitano si conquista i suoi spazi. i per gli heat sarebbe perfetto pekovic, o chandler o chiunque abbia un corpaccione da difesa, impegno a profusione e tanta umiltà. secondo me kaman non corrisponde all’identikit.

      alert, ma che è successo a cousins? perché solo 26 minuti?

  26. Sul fatto che adesso come adesso sia meglio il cinese sono d’accordo anch’io ma 4 ventelli in regular season nn valgono la carriera del barone, a new Orleans e ai warriors era uno dei 5 play più forti della lega.

  27. che centra… allora anche Magic Johnson era migliore… però non gioca più!! :)

    guarda che nella NBA (come in tutti gli sport in realtà) mica si campa di rendita!!

  28. Contento per Lin,ma sopratutto per il baffo…il tanto vituperato mike d’antoni,colpevole anche di non averlo fatto giocare prima? ma allora gli altri? anni per acquisire tanti buon haters,specie per la dipartita del gallo,dove anche lì si danno responsabilità che non ha,o forse solo in parte; io gli auguro stò anno di stupire,come mi ha sorpreso per anni con il suo gioco a phoenix…

  29. alekhine

    Sono andati sotto subito e il coach Smart non ha fatto altro che far giocare un pò tutti. Insomma molto garbage per demeriti Kings.

  30. No ma la frase incriminata era:”quello che ha fatto Lin nelle ultime due settimane il barone nn lo ha fatto nella sua carriera” mi era sembrata molto azzardata proprio perche il barone e’ stato per molti anni, nn un mese, uno dei migliori play della lega. Se adesso nn si regge in piedi nn c’entra con il mio ragionamento tutto qua.

  31. Vero il Baron Davis, ha una dozzina di anni di carriera con almeno 4 stagioni da oltre venti punti e 7/8 assist di media, quindi il paragone non ci stà
    Quello che ho scritto va letto considerando l’entusiasmo per le gesta di Lin e la delusione sostanziale per una carriera in cui, tranne nell’anno di Golden State che elimina i Mavs clamorosamente al primo turno, i barone non ha mai creato un contesto vincente
    e ho detto creato non a caso
    Cosa ha fatto Lin:
    – ha preso una squadra allo sbando, senza le due superstar e con una serie di mezze seghe di giocatori e l’ha trasformata in una squadra vincente… lo ha mai fatto Baron ? (Non ricordo)
    – ha preso per mano una squadra senza un gioco e gliene ha dato uno… il Baron? (Quando)
    Ma soprattutto tutto ciò lo ha fatto per i Knicks mica per Charlotte!
    Spero che torni Davis e in una serie contro gli Heat farei il tifo per lui decisivo dalla panca

  32. Ragazzi nessuno discute il Barone, un bellissimo giocatore ma forse il succo del discorso lo ha centrato Julius nei primi post… Bisogna dare merito a Lin, da perfetto sconosciuto, di essersi sobbarcato un team (…e che team, tra i più conosciuti globalmente) in forte crisi ed averlo messo nei binari giusti! Questo ha dell’incredibile… speriamo il giochino non si rompa con Melo!!!
    Cmq per me rimangono ancora sotto ad Heat e Bulls… forse anche per la proiezione che hanno questi due team per i PO…
    Capitolo mercato:

    – Kaman agli Heat… bah concordo in pieno con alkhine, poco da dire!
    – Gasol a Minnie… perchè??? non hanno bisogno di quel tipo di giocatore… ma poi chi darebbero??? io mi cercherei una bella guardia e sonderei il buon JR che sarà pure una testa calda ma tante volte il suo gioco ti aiuta nelle vittorie…

  33. …ma sono io che non sono aggiornato o a Washington giocano i Wizard (e non i Warriors).

    saluti

  34. A sull’essere entusiasti per il cinese siamo tutti d’accordo, io in primis guardo new York per Lin, pero’ paragoni dopo 6 partite con ex all star mi sembrano esagerati, nn sto sottovalutando Lin anzi, e’ che proprio nn si possono fare paragoni secondo me, in particolare poi paragoni fra 6 ottime partite e una carriera di 12 anni con alti e bassi.

  35. no no infatti il paragone non può essere neanche fatto… non c’è un comune denominatore tra i due…

    il problema è se il Lin delle ultime partite continua a giocare su questi livelli il barone che fa?

  36. Budinger per la gara delle schiacciate non si può sentire!!!!!!

    Ribadendo che tale gara va soppressa al più presto! Che mettano Belen con la sua farfalla, fa più successo!

  37. Ma con chi dovrebbero scambiare Kaman? Lasciamo stare che è NOLA e la storia di Paul ai Lakers, ma nessun sano di mente regalerebbe Kaman per uno qualunque di Miami fuori dai Big3. In più le scelte degli Heat non valgono una cippa.

    • Gli Heat sono interessati a Kaman se viene tagliato … altrimenti non possono prenderlo mi sembra ovvio

  38. Lin-Fields-Anthony-Statt-Chandler
    Davis-JR dal pino
    fa un pò scopa con Shumpert, che non si sa ancora bene che giocatore sia, ma potrebbe venir fuori qualcosa di grande

  39. Uhm…il barone+melo+jr smith+stat+douglas+walker+balkman…certo proprio uno spogliatoio di persone con la testa sulle spalle…

  40. Qualcuno fra Bibby – Renaldo e Douglas verrà rilasciato per far posto a JR Smith
    A senso direi
    Renaldo che Balkman ha finito

  41. questi rumors di mercato lasciano un pò il tempo che trovano…certo che se Kaman in qualche modo finisse agli Heat,beh allora diventerebbero i chiari favoriti per il titolo…io non credo però che dopo tutto il casino fatto da Stern con Paul fimerà il taglio di Kaman che sarà poi così libero di firmare un contratto al minimo con gli Heat fino a fine stagione,altererebbe e non poco i rapporti di forza sia a Est ma più in generale anche con l altra conference…

  42. Io nn sottovaluterei tanto budinger alla gara delle schiacciate cosi’ come e’ stato sottovalutato al pick come 44sima scelta e come lo e’ in generale.

  43. alert, sarà che anche io sono stregato da cousins, ma se fossi il GM degli Heat proverei a scambiare bosh con DMC. lo so che non lo faranno mai, ma davvero secondo me cousins è immensamente sottovalutato.

    altro che kaman, quello si che sarebbe un giocatore cinque stelle, uno che può partire facendo il “mezzo” dei big 2 and 1/2, per poi crescere esponenzialmente e diventare parte d una squadra che a quel punto sarebbe quasi perfetta.

    per fortuna dei kings (relativamente, bisogna ancora capire se hanno un piano che ponga cousins al centro del futuro della franchigia) e per il resto dell’nba, non succederà.

    • Neanche morto prenderei Bosh che costa 3 volte tanto Cousins. Uno scambio del genere sarebbe suicida per entrambe le squadre, perchè DMC non è pronto per giocare le Finals (molto probabili), e i Kings non sarebbero così scemi nel prendersi un giocatore di cui si conoscono pregi e difetti, con pochi margini di miglioramento.

      Cousins è un potenziale crack che sta pian piano mostrando cosa può fare. Se proprio devo liberarmi di qualcuno sceglierei uno tra Thornton e Evans.

  44. ho capito. infatti mi mettevo dalla parte degli heat, non dei kings. ovvio che i kings non devono scambiarlo. però a questo punto o lo mettono al centro del progetto oppure il ragazzo chiede di essere ceduto a breve.

    nessuno cerca di farlo rendere al meglio, deve fare tutto da solo e a 21 anni possono anche girarti le palle.

Commenta