MIAMI 102 – NEW YORK 88

La Linsanity fa tappa a Miami prima dell’All star game, reduce da 9 vittorie in 12 partite da quando Jeremy Lin è in quintetto. I padroni di casa però partono subito forte e all’intervallo sono sopra di quattro lunghezze. Nel terzo quarto il parziale decisivo per Miami che infila 29 punti e porta il vantaggio in doppia cifra fino alla fine. Per i Knicks impossibile fermare il trio James-Wade-Bosh (20-22-25 punti rispettivi con 28-55 dal campo totale). Partita da dimenticare invece per Lin che colleziona 8 punti con 1-11 dal campo, 3 assist e 8 palle perse; per gli ospiti non bastano i 19 di Anthony (7-20 al tiro) e altri 4 giocatori in doppia cifra.

ATLANTA 83 – ORLANDO 78

Gli Orlando Magic interrompono la striscia di vittorie ad Atlanta dove un ottimo Josh Smith mette a referto 22 punti e 12 rimbalzi, aiutato da altri 3 giocatori in doppia cifra fra cui i 15 punti di Jannero Pargo uscente dalla panchina. Per gli ospiti team high per JJ Redick con 13 punti e altri 3 giocatori in doppia cifra (Howard 12 punti e 12 rimbalzi). Partita incerta fino agli ultimi due minuti quando Willie Green segna un canestro allo scadere dei 24 che dà il +5 agli Hawks.

DENVER 99 – SAN ANTONIO 104

Denver è falcidiata dagli infortuni e, come nella partita precedente, deve fare a meno di Lawson, Fernandez, Gallinari e Nenè. Gli Spurs approfittano subito della situazione e piazzano il parziale di 31 a 15 nel primo quarto e all’intervallo sono in vantaggio 65 a 39. I Nuggets provano a rientrare ma arrivano al massimo al -12. Per gli ospiti team high per Blair (28 punti) e complessivamente 6 giocatori in doppia cifra. Per i Nuggets invece buone prestazioni da Brewer (23 punti), Miller (20) e Afflalo (19). 17a sconfitta stagionale per i Nuggets che vedono ora il record a 18-17 e la nona posizione nella Western Conference.

OKLAHOMA 100 – LOS ANGELES LAKERS 85

I Lakers sono reduci della vittoria a Dallas nella prima partita del back-to-back e anche in questa gara sono avanti 23 a 19 alla fine del primo quarto. I Thunder però hanno altre intenzioni e nei quarti successivi mettono a referto 27 punti per quarto subendone 20,19 e 23 per il +15 finale. Per gli ospiti 24 punti di Bryant con però 20 tiri e 22 per Gasol con 9 rimbalzi. Per i padroni di casa solita ottima prestazione per Durant con 33 punti, Westbrook (19 punti) e Harden (16 punti) e doppia doppia per Ibaka (11 e 13 rimbalzi). Alla pausa per l’All Star game i Thunder condividono con Miami il miglior record della lega (27-7) e sono al primo posto nella Western Conference, dove invece i Lakers sono in 5a posizione con un record di 20-14.

Post By Francesco Grazioli (62 Posts)

Connect

139 thoughts on “NBA – Brillano Miami, San Antonio e Oklahoma, Orlando cade ad Atlanta

  1. non mi ha postato il commento… Nicola, scusami, ma non mi va di riscrivere tutto da capo… In sunto: quasi totalmente concordo con te, ma con la dovuto eccezione della “prevedibilità” dell’attacco di Lyn

  2. Ma chi li ferma Miami in RS???
    Orlando veramente stento a capirla… Può vincere e perdere con chiunque! Con le squadre umorali come questo non si va oltre il 1 turno dei PO… Trade please!
    Denver pure è parecchio sfigatella quest’anno… ‘sto roster che hanno ora è da Legadue!

  3. ieri d’antoni ci ha messo del suo come spesso accade
    comunque allo stato attuale miami è di un altro pianeta. New york ha un buon potenziale di crescita ma sarebbe l’ora di fare da parte il coach secondo me.
    Ieri in una partita fino a inizio 3° quarto equilibrata ha lasciato che i knicks pigliassero un parziale spezza gambe senza intervenire. Una cosa inammissibile a questi livelli.

  4. Ieri Miami voleva impartire una lezioncina a LIN e l’ha fatto, certo che tra lui e il BARONE 1/18 non me lo sarei aspettato comunque meglio prenderle in RS queste scoppole, tra l’altro nel pitturato ci hanno dominato (prendere 10 stoppate è un po’ troppo).
    Il pronostico era scontato anche se speravo di fargliela sudare di più vedremo se fra un mese NY sarà migliorata perchè secondo me in questo momento viaggia al 70% del suo potenziale.

  5. Kobe Bryant è un giocatore finito, vedere per credere le sue prestazioni contro squadre serie quest’anno, se arriva al 30% al tiro è già tanto.

    • Non esagerare. Leggendo le statistiche si nota (in effetti) che fa una fatica bestiale contro le squadre forti.
      3 gare contro i Nuggets 27.5%
      2 gare contro i Mavs 29.7%, i Clippers 46.7%, i Blazers 52%, i Knicks 45.7%.
      1 gara contro i Bulls 47.8% (25 dicembre), i Celtics 45.8%, gli Heat 38.1%, i Grizzlies 50%, i Thunder 29.2%, i Sixers 38.5%, gli Hawks 27.8%
      A febbraio (12 gare) tira con il 39.6%, a gennaio (17 gare) col 45.5% e Dicembre (5 gare) 45.5%.

  6. Ancora si scrive su Lin? La meteora sta per finire, grazie al cielo. Non per il ragazzo, ma per il carrozzone indecente messo in piedi. Ieri ha fatto tanti punti quante palle perse sempre vicino a perdene altre. Ovviamente accreditargli doti che non ha non ha senso. I Knicks non possono nulla contro gli Heat ne ora ne ai po, se li affrontassero. Quelli della Florida hanno troppo talento, mani veloci, organizzazione difensiva e se decidono di attaccare come dei cristiani non li ferma nessuno, salvo un’edizione special deluxe dei Bulls. Edizione da 20 pezzi in totale.

    Lakers
    Mi ha fatto ridere lo sproloquo tra Kobe e Harden con intermezzi di Metta e Durant. Nel frattempo i lacustri affondavano.

    Gara in controllo dei Thunder dal secondo quarto. A 7 minuti dal termine entrano tutti, con i Lakers a -7. Nonostante un Durant con le polveri bagnate (6 punti ma fatti in pratica a babbo morto) ci hanno pensato Harden, Westbrook e compagni ha tenere lontani i Lakers senza mai tremare. Anzi sono quasi sempre stati in doppia cifra di vantaggio. Non si è mai avuta la sensazione che Kobe e compagni potessero ribaltarla. L’aspetto deprimente per gli avversari è che se Durant non gira (nel finale) c’è Harden o chi per esso a salire in cattedra che da un’idea della superiorità dei “vaccari” del midwest.

    Non so chi ad ovest può fermarli, forse solo i Mavs al completo con Oden presente. Poi se ci fosse qualche scambio epocale che coinvolgesse i Lakers se ne potrebbe riparlare. Ma così come sono i gialloviola ne escono con le ossa rotte.

    • mmmm non direi.. a parte vaccata di Metta a fine secondo erano punto a punto, poi nel terzo quarto i thunder hanno fatto un bello strappo, e dopo la partita di ieri a dallas i lak non avevano più benza per recuperare. Si vedeva anche dallo strapotere fisico a rimbalzo e nel pitturato dei giovini thunder, Kobe e Bynum sottotono, buon Gasol e scarso supporto dalla panca. per i thunder costante Durant, buono westbrook e il barba, ma anche gli altri hanno portato legna.

  7. Oden??? Forse volevi dire Odom…
    Concordo comunque… Lakers sono al massimo da II turno! Non c’è panca e questo si fa sentire… Bryant quando vuole fare il protagonista non va da nessuna parte!
    Urge una trade ed iniziare a cercare la futura stella dei gialloviola, questo ha 33 anni…

  8. Allo stato attuale i Miami Heat sono una macchina da guerra.In difesa sono mostruosi e nonostante si dica spesso che attaccano male stanno anche avendo un buon movimento di palla e una buona distribuzione dei tiri.Il tutto condito da giocate spettacolari che non guastano mai. Certo quando Lebron e DWade sono in questo stato di forma tutto è più facile. Spero proprio in una finale Heat-Thunder,sarebbe un gran bel vedere.

    • Ehm, scusa ma pure io con quattro di voi presi a casaccio posso imbastire un attacco fluido contro la difesa di NY… Rivedili contro Chicago, pure quando hanno vinto tiri facili e ben costruiti se ne sono contati su una mano,

  9. Grandi manovre in vista….. Calderon cambierà canotta per fare il backup di lusso per una contender o presunta tale. Sembra, rimaniamo nel campo delle ipotesi, che i dollaroni canadesi piacciano parecchio a Chandler. Non è un fenomeno, mangia palloni come tanti ma punti nelle mani.

      • Non lo so ma si parlava genericamente di team da po. Ovviamente non si espongono fino a quando la trede non avverrà. Ho letto di trade con più squadre coinvolte.

        Povero AB che non avrà uno in grado di passargli la palla come si deve se rimane. In partenza anche Barbosa.

  10. alert70 non sarei così sicuro che la linsanity sia al termine. Ieri il ragazzo è stato un po’ presuntuosetto. si è intestardito con le penetrazioni e soprattutto ha ricevuto un trattamento mai riservato a nessuno quest’anno a miami. Non so se avete visto la partita ma lo hanno pressato dall’inizio alla fine e sempre radoppiato. Una cosa asfissiante. Da rivedere le prossime partite prima di dare per finito lo show

    • Ho visto la gara. Mi ha fatto sorridere il commento “educato” di Wade su Lin. In sintesi lo “rispettavano” ma volevano fargli assaggiare la difesa.

      Facci caso prima Williams poi gli Heat.

  11. Purtroppo sto iniziando anche io a pensare che kobe non ce la faccia più in questo tipo di partite. Finito no.. altrimenti non ne metterebbe 29 a partite.. Però non riesce più ad incidere in determinate situazioni. È anche naturale visto il kilometraggio, l età e soprattutto i quasi quaranta minuti a partita che sta giocando quest’anno. E io spero che sia quest’ ultimo motivo a pesare di più sulle sue prestazioni.. sarebbe meglio dargli meno minuti anche a costo di perdere 5-6 partite in più, altrimenti non so come ci arriva ai play off. ma servirebbe anche uno che gli toglie il pallone dalle mani di tanto in tanto. serve dwill, altro che howard..

  12. Lin preso in consegna da chalmers spesso con pressing tutto campo e frequenti raddoppi non appena lo si vedeva in difficoltà nel palleggio (cioè praticamente sempre): i risultati si sono visti… Tra l’altro ho notato anche una pessima selezione di tiro da parte del cinese-taiwanese-americano e una tendenza a buttarsi dentro senza un piano preciso se non uno scarico per i lunghi che pero strano ma vero sono marcati e rischi di perderla così.. Ball handling imbarazzante..
    Ny non mi ha mai dato l’impressione di poterla vincere (ma sono opinioni) e il gioco espresso non è stato granché.. Si sono attaccati nel 2º quarto alla vena realizzativa di novak (4/4 da 3 a un certo punto) e a qualche buon passaggio dentro per i lunghi.. Robetta
    Per Miami eccellente difesa, attacco abbastanza equilibrato e decente salvo qualche persa banale di troppo

  13. Prova di forza dei thunder, se mai ce ne fosse stato bisogno…non ne parla quasi nessuno, ma questi difensivamente sono impressionanti, l’atletismo e l’intensità che hanno, è paragonabile solo a quella di Miami, stanotte oltretutto eran senza Sepholosha che gli sarebbe tornato comodissimo in marcatura su Kobe, invece ne è uscito fuori un Harden da 5 stelle difensive…

  14. sahq4ever non è robetta….è il gioco di d’antoni. Blocchi il play e il gioco è fatto in più non lascia in campo chi sta tirando bene, a maggior ragione che lin è in difficoltà (vedi novak, smith, fields, stat ecc…), e non chiama time out mentre la squadra subisce il parziale decisivo. Cose elementari che potrebbe fare un semplice tifoso da poltrona.
    Un allenatore dannoso e oramai non più difendibile.

  15. Avido non ti stupire. OKC è una franchigia di vaccari. Si preferisce il sole di LA o Miami. Basterebbe guardare i pronostici di ieri notte qui dentro. Tutti davano vincenti LA. Forse si erano dimenticati un po’ tutti della forza dei Thunder in casa e della pochezza dei Lakers in questa stagione. Ma va bene cosi. Poi certo, avrebbero anche potuto perdere. L’hanno fatto con Washington e Sacramento! Squadra di vaccari. Città di merda. Dove vanno sono troppo giovani. Intanto vincono e se soffrono è perché la loro giovane età li porta a fare e a disfare tutto e il contrario di tutto. Questi hanno tutti 22-23 anni e guardate dove stanno CAZZO!

  16. secondo me su lin si spara a zero troppo presto.
    parlare di meteora mi sembra eccessivo, le partite storte capitano a chiunque oppure ci si aspettavano 25punti e 13 assist ogni singola sera?
    un calo fisiologico era preventivabile dopo aver tirato la carretta per 3 settimane (giocando una media di 37minuti per gara se non di più) , anche perchè fisicamente non è un super atleta come westbrook ma uno normale. tra l’altro la difesa di miami può mettere in seria difficoltà chiunque, gli và dato credito. non giocava mica contro fisher e blake.
    In ogni caso da Anthony e Stoudamire mi aspetto non meno di 40-45 punti in coppia a partita e non col 40% dal campo. DIrei che ieri oltre a Lin sono mancati loro 2: 32punti in coppia con meno del 40% ? che fà scherziamo? si diano una svegliata quanto prima, alla fine la squadra andrà dove la porteranno loro.

  17. melo e stat al momento è come non averli
    soprattutto melo anche se bisogna dire a loro discolpa che tra infortuni e lutti in quest’ultimo periodo sono stati un po’ sfigati entrambi.

  18. nonostante Durant mi sembra salito ulteriormente di livello, resto dubbioso riguardo il cammino in postseason dei Thunder, a cui manca evidentemente un giocatore che gli cambi ritmo sotto canestro e che vada oltre il blocco e le mazzate sotto le plance nella metà campo offensiva. Detto ciò resta comunque da cercare una reale alternativa che al momento non è rappresentata dai Lakers, salvo trade, nè dagli Spurs, poco credibili con Neal, Green e Blair centro titolare, io qualcosa la punto sui Clippers, che come roster sono secondi a pochissimi, ma hanno il problema di essere giovani, di essere anche loro un pò monotoni sotto canestro, con solo salterini, e di essere i Clippers. Infine ci sono i Mavs, super super super sottovalutati dal forum..

    • Bè c’è da dire che i favoriti Miami sono messi mooooolto peggio dei Thunder sotto canestro, così come il 70% delle altre squadre.

  19. Vaccari era per sfottere coloro che reputano ributtanti i Thunder perchè ex Sonics, perchè la città fa schifo, come se in America ce ne fossero di belle. Escluse alcune ( NY, SF, Seattle, San Diego) altre decenti non ne vedo. La stessa Miami se togli le isolette fa cagare.

    A me i Thunder piacciono tantissimo tifo per loro ad ovest senza freni visto che i Kings non vedranno i po fino al 201….

    Tanto per dire l’Oklahoma non è famosa per essere un posto di vaccari ma di farms che producono grano. Senza dimenticare l’high tech e gas che trainano l’intera economia dello stato. I “vaccari” sono a sud nella terra della lone star…..ehhhehheheheh

    • Alert so come la pensi. Anche il mio “città di vaccari” era riferito ad altri.

    • Quanto amo il Lone Star State… e quanto amo la magnifica AMERICA!!
      Tu invece per affermare che le città sono brutte, quante ne hai visitate per curiosità?!?!?
      Io a parte forse Detroit (OKC e Cleveland sono solo un po’ anonime..) devo ancora trovarne una peggio di un qualsivoglia agglomerato del belpaese…
      USA RULESSSSSSSS!!!!!

      • Cleveland fa cagare, dai, pero’ è pazzesco che una città che fa cagare abbia una delle migliori orchestre sinfoniche AL MONDO.

        • ma tu ci sei stato a cleveland?
          fidati che ho visto posti molto molto molto peggiori negli states…

  20. La vera differenza tra Heat e Thunder è che una ha un lungo da 20 punti e passa nelle mani, l’altra no, stop.Westbrook e Durant più o meno se la giocano con Wade e James ma mentre quelli quando vengono raddoppiati possono scaricare palla su uno che con metri di spazio è una sentenza gli altri la palla la passano a Ibaka e Perkins che fanno canestro solo su alley op o ad un metro da canestro.

    Quanto a Kobe, io ve l’avevo detto un mese fa dopo la partita con gli Heat, finito probabilmente è irrispettoso nei confronti di un quasi 34enne che comunque è il miglior realizzatore della lega ma in certe partite ormai non incide più, è inutile che ci giriamo intorno, ecco perchè ridimensionavo i 40elli contro nonno Hill, Parker e roba varia, poi mi tiri col 25% appena ti accoppiano un difensore coi controcazzi o un sistema difensivo all’altezza, vedere partite che ha fatto contro Afflalo, Joe Johonson, Shawn Marion, Battier ecc…

    • E ieri ne ha messo un paio di tiretti complicati contro Harden. Altrimenti le statistiche andavano tremendamente a sud.

      Non esagererei con Ibaka. Il ragazzo il tiretto dalla media lo sta mettendo. Certo che se lo confrontiamo con Bosh non c’è storia. Però attenzione: ad est Ibaka non c’è. Lo stesso Noah e Gibson sono dei bei difensori ma il duo Thunder (Ibaka-Perkins) mi sembra più ostico.

      Ad ovest l’unica che vedo pericolosa per i Thunder sono i Mavs con l’incognita Clippers che non riesco a decifrare. Possono far male perchè ricchi di talento con un generale al comando (CP3). Questo scambi permettendo.

    • Ibaka il tiro dalla media ce l’ha se guardi le partite, ovvio, non come Bosh. Miami però si può inventare qualsiasi cosa ma sotto canestro due difensori così non li avrà mai. Probabilmente sono la migliore coppia difensiva della lega sotto canestro. Ibaka è un serio candidato al DPOTY….sono proprio curioso di vedere se Bosh ne fa 20 così tranquillamente

  21. Capisco Deron ma se gli diamo anche uno la sotto che gli cambi ritmo e gli porti punti è davvero finita! Considerando poi che Ibaka ha 22 anni ed è già un enorme giocatore sul piano difensivo e non può che migliorare sul piano offensivo. Onestamente io preferisco lui a un Griffin. Sicuramente per il fattore difensivo e ok Griffin è devastante quando attacca il ferro ma per completezza anche offensiva preferisco Ibaka. Attenzione, non sto dicendo che Ibaka sia migliore di Griffin, sto solo dicendo che in questi Thunder vedo meglio lo spagnolo. Lo vedo più funzionale. Poi i favoritissimi Heat non avrebbero qualche buchetto in più da colmare? Chalmers e Cole giocano a sprazzi, a corrente imprevedibile. Il centro dire rivedibile è poco. La panca è ricca di nomi affascinanti ma povera di sostanza. Questo per dire che come la favorita ha i suoi i buchi, non vedo vedo perché non dovrebbe averli una contender. Anche perché davvero se gli diamo uno la sotto che faccia punti, considerando la loro età e dove sono, questi tra 5 anni non li batti nemmeno se gli metti contro paul, wade, james, griffin e howard per dire.

  22. Ma si può perdere contro il solo Josh Smith???
    Johnson era fuori… Horford è fuori tutta la stagione…Marvin Williams e McGrady sono scontenti del loro utilizzo. E Orlando va in casa di questi a prenderle.
    Il signor Howard ne mette 12. Per la serie “continuo a fare la differenza in attacco, si…ma quando gioco contro nessuno!”
    Speriamo che qualcosa cambi entro il 15/03, ma ho la sensazione che nn cambierà necesariamente in meglio…

  23. “forse solo i Mavs al completo con Oden presente. ”

    alert sei talmente ossessionato dalla tua crociata settimanale contro i blazers e dal negare che abbiano avuto sfiga che li metti ovunque eheheheeh

    mah come già ampiamente scritto in passato, sarà finale miami-OKC, non vedo proprio chi possa impedirlo, come combinazione di talento e fisicità sono troppo superiori a tutti gli altri, forse ai thunder manca solo un pizzico di esperienza rispetto a dallas o lakers ma il resto credo compensi abbondantemente.

  24. “OKC è una franchigia di vaccari. Si preferisce il sole di LA o Miami. ”

    semplicemente c’è chi non dimentica i seattle supersonics e detesta chi ha rubato a seattle quella franchigia, tutto qui.

  25. io non sottovaluterei bulls e mavs
    se la finale fosse questa?
    non so perché ma ho sempre diffidato da chi mantiene questo ritmo in RS. Ieri miami sembrava indemoniata. Giocheranno sempre così sino ai PO?
    mmmmmmm vediamo

    • Onestamente sono il primo a sottovalutare i Mavs. Perché loro sono troppo Nowitzki dipendente. E’ vero, tranne Miami che ha i due amigos che possono spartirsi la scena e anche se toppa uno possono ancora giocarsela, tutte le franchigie si basano sulla presenza del loro leader. Ma i Mavs sono davvero solo Nowitzki. Perché se è vero che Barea, Chandler e Terry hanno portato la squadra ad altissimi livelli, è anche vero che senza le prestazioni stellari del tedesco non sarebbero andati da nessuna parte. E non sono affatto certo che Dirk ripeta lo scorso anno. Contando poi dei fattori fondamentali. Hanno un Carter e Odom in più ma un Barea, Chandler e Stevenson in meno e sono sicuro che siano determinanti più queste assenze rispetto alle nuove presenze. Basta prendere Barea. I Thunder oltre allo stellare Nowiztki hanno sofferto più di tutti lui. E pur ritenendo i Mavs assolutamente non favoriti, li considero come l’avversario più fastidioso per i Thunder ad ovest (scorso anno docet). Con la partenza di Barea hanno perso molto. E poi c’è un anno in più su una squadra, come dire, vecchia? Le uniche dinamiche che potrebbero render appetibili questi Mavs sono Nowitzki stellare come lo scorso, la voglia di titolo di Carter e il desiderio di riscatto per Odom.

  26. in effetti quest’anno i bulls sono meno intensi in rs rispetto all’anno scorso , potrebbero arrivare più freschi…..vedremo, certo che l’anno scorso 1-4 molto secco e a casa. dallas ovviamente va rispettata però senza chandler hanno perso parecchio per me.

  27. Denver veramente sempre più a picco
    Lin? A me non è mai piaciuto…vediamo un po’ se ho ragione.

  28. @Michele

    Non so perchè ma scrivo sempre Oden invece di Odom. Oggi non è stata la prima volta……..eheheheheh

    Maledetti Blazers………………………ehehhehehehehehhehehe

    • Guarda che se a Oden fischiano le orecchie….poi perde l’equilibrio
      cade
      e si fa male!

      Nel senso…si fa male ancora….

  29. Ma ragazzi se raddoppiano DURANT e WESTBROOK la palla si scarica ad HARDEN anche lui è una bella sentenza se gli si lascia spazio.
    Per quanto riguarda Miami tutti giusti gli elogi e meritati ma secondo me stanno spendendo troppe energie in RS ed anche se più giovani abbiamo visto l’anno scorso a San Antonio come si sono ritrovati ai PO (cotti come le porchette),sicuramente rallenteranno.
    Inoltre sono arciconvinto che i BULLS possono fermarli perchè DENG,NOAH,ROSE + l’ottima panchina sono tanta roba, fossi a Chicago cercherei di imbastire una trade GASOL / BOOZER per fare un ulteriore salto di qualità.

  30. DRose
    Io a parte forse Detroit (OKC e Cleveland sono solo un po’ anonime..) devo ancora trovarne una peggio di un qualsivoglia agglomerato del belpaese…
    USA RULESSSSSSSS!!!!!

    DRose Los Angeles è bella?!? Cleveland solo un po’ anonima?!? Reno, Portland, Minneapolis?!? vabbè a confronto di Siena, Firenze, Roma, Bologna, Torino, uno qualunque delle centinaia di borghi medievali che abbiamo, sono proprio meglio…

    non so se sia peggio questo tuo post o quello che asserisce che uno che ne mette 29 a serata è finito…

  31. Portland è brutta????? Forse non ci sei stato… sì sì, è meglio Bologna…cazzo questa me la segno…potresti proprio fare il comico!!!! Minnie a me non è dispiaciuta per niente…Torino invece deve essere fantastica!!!
    Se tiri fuori Reno allora parto a elencarti tutte le città che stanno sotto roma… ma dai fammi un piacere, mi meraviglio di me che sto qua a perdere tempo a risponderti!!!

  32. pensavo di essere l’unico a pensare che la linsanity fosse solo una meteora, a quanto pare non sono solo. Continuo a pensare che sia visto adesso come un fenomeno solo per il fatto che giochi a NY dove, si sa, tutto viene enfatizzato, altrimenti dovremmo tutti elogiare Isaiah Thomas dei Kings che da quando è titolare piazza medie da 19.5 punti e 6,5 assist di media con un discreto impatto sulle partite, ma visto che gioca a sacramento nessuno se lo caga…
    La finale sarà quasi sicuramente OKC-MIA, Dallas e Chicago permettendo. facile che la squadra campione esca da queste 4…

  33. Sono d’accordo con te GAIL però ad LA hanno il CAP ingolfato e con questa manovra lo abbasserebbero di altri 5/6 ML mettendosi comunque a roster un giocatore meno completo ma non certo una pippa.

  34. poi mi paragoni L.A. a Siena??? ma che cazzo di paragone è? 18 milioni di abitanti contro 54mila?? (io tra le 2 vado a vivere a L.A., tu vai pure in Piazza del campo)… ti dico solo questa, trovami una città italiana che possa reggere il confronto con la Windy-City e poi non parlo più!!

    • Che avrebbe la windy-city? Il laghetto, il centro rifatto a nuovo, i grattacieli di cui quello con le due antenne, la possibilità di vedere la città dall’alto in una stanza di vetro e poi…..

      Vai a Toronto,visitala e poi mi dici se non si può comparare a Chicago.

      • Ma si questo fa il figo solo perchè è l’America. Anche a me piacerebbe vivere li, ma l’Italia non ha eguali al mondo! Da noi vedi tantissime città bellissime in un piccolo stato, la ci vuole un continente per trovarne lo stesso numero. Non per niente i ricchi americani vengono qua da noi a fare le vacanze.

  35. ciao a tutti, scusate l’assenza ma mi sono infortunato sulle piste

    considerazioni sparse

    OKC-MIA
    interessante che paragoniate i singoli invece che fare un ragionamento di squadra: OK ha dei meccanismi oliati, delle gerarchie ben precise, un’idea di gioco e di squadra. MIA molto più carente sotto questo punto di vista, ma se parliamo di singoli il paragone non regge: DW e LBJ se li mangiano in insalata westbrook e durant. magari il secondo qualche danno lo da, ma vantaggio miami tutta la vita. che poi questo voglia dire avere la meglio su 7 gare ho i miei dubbi.
    Ibaka-bosh uno ha 20+10 nelle corde, ma l’altro ha il vantaggio di giocare con uno che ha già vinto ed è concreto. chi ha il vantaggio sotto le plance? io dico OKC per solidità, ma occhio a curry, riley è un volpone

    KB
    prima di darlo per finito aggiungerei alle considerazioni che oltre a stare tanto sul parquet deve farlo tirando la carretta per tutti, LA è imbarazzante da vedere. poi allo staples devi vincere che devi divertire, però prima di dire “son solo da primo turno” aspetterei. difficilmente da finals, ma a ovest a parte OKC non vedo squadroni, può succedere di tutto e la trade deadline cambierà parecchie cose

    Città
    questi stanno sempre nei posti più belli, come i calciatori a milano vivono nel comasco. è tutta una questione di cash, per quello i giocatori vanno a LA MIA e NY

    l’infortunio ha coinvolto la testa, concedetemi il beneficio dell’appannamento se ho scritto vaccate dal vostro punto di vista!

  36. DRose è risaputo che il primo patrimonio artistico mondiale appartiene agli USA! dopotutto i grattacieli di houston sono meglio delle due torri…
    vai a Spello in estate e ci troverai solo americani e chiedigli come mai sono lì…

    • purtroppo sono molti di più gli Italiani che incontro nella Terra della Libertà durante i miei viaggi…

        • Ahahahahahahah dev’essere lui! DRose, gli italiani sono andati in America per lavoro (come tanti miei parenti). Gli americani vengono da noi per turismo :) Poi ovvio che non mancano i turisti italiani negli USA, ma le grandi classi sono quelle.

    • a me convince più Dallas che San Antonio. Nonostante rispetti molto SA, negli ultimi anni non mi convincono. Adesso che sono un anno più anziani e senza Manu (momentaneamente) anche se stanno giocando benissimo, mi danno l’impressione che ai PO più di tanto non possano andare avanti. A Dallas darei credito, sono comunque i campioni anche se il repeat pare molto difficile. Opinione personale, sia chiaro!

  37. vai tranquillo gli USA, terra di libertà con un muro, che li separa dal Messico hanno delle città da far invidia al Belpaese e mac donald’s è meglio del cibo italiano!

  38. Confronto tra città italiane e americane? Semplicemente non esiste. Sono stili troppo diversi per esser confrontati. Sarebbe come confrontare una Ferrari con una Rolls Royce. Paragoni che non esistono. Ad ognuno di noi può piacere uno stile rispetto che un altro ma si può apprezzare l’uno senza escludere l’altro. Gli americani quando vengono a Roma o Firenze rimangono estasiati perché è qualcosa di completamente diverso da quello che hanno. Cosi come noi da loro quando vediamo New York e Chicago. Poi che in America ci siano delle città anonime perché hanno il loro skyline e quattro altre caratteristiche comuni a tutte le altre è un dato di fatto tranne rare eccezioni. Ma un professionista di basket deve andare dove può vincere (se se lo può permettere) non dove c’è più sole.

  39. @Luca

    Non mi pare proprio, Boozer ha un anno di contratto in più di Gasol, scade nel 2015, Gasol 2014, ha un contratto a salire, risparmi pochi milioni che non cambiano il quadro del cap anzi, te lo peggiora perchè appunto ha un anno in più rispetto allo spagnolo, quindi LA ci perderebbe sia a livello salariale sia a livello tecnico, scambio che non sta in piedi, Bryant farebbe saltare in aria lo Staples center se andasse in porto una roba del genere.

  40. DRose

    Puoi amare gli USA ma avere le pezze agli occhi non è scusabile. Nel senso che se per te un agglomerato di edifici bassi, quattro grattacieli e zone residenziali immense sono più belle di edifici e centri storici, chiese, piazze….che devo dirti. De gustibus. Strano che in tutte le classifiche delle città più belle del mondo non vedo Portland, Dallas, Miami, LA…..Detroit, Chicago….tra le prime

    Le ho viste e ti assicuro che Sacramento è una fogna, ha un centro che è un area dismessa da far venire i brividi, LA è grande come la Val D’Aosta e se visiti certi quartieri ti viene la depressione, come non capire quale sia il centro, Miami che roba è? Fort Lauderdale al suo meglio. Indianapolis è un ceso, Denver pessima mentre è bella Tampa Bay. Orlando è un parco giochi….Detroit non ha niente, non ci vivrei neanche se mi dessero milioni tanto è vero che gli stessi americani fanno i weekend nella “disprezzata” Canada. Vai in Canada e visita Quebec city, visita Toronto e Vancouver.

  41. Fabio Massimo non esisterà il bello assoluto e ci si può sempre appellare al de gustibus non est disputandum, ma dire che non possano essere confrontate per diversità di stile non sta nè in cielo nè in terra.Io vado a Roma e giro per mesi con naso all’insù ad ammirare la città, vado a n.y. e passo due giorni con naso all’insù ad osservare la novità…

    • White Bamba è un discorso complesso che non possiamo fare di certo qua. Specifico. Io sono di Roma. Nato a Roma. Vivo a Roma da 27 anni. Non la cambierei per nulla al mondo ma quando vado a New York rimango estasiato perché è la novità ma cosi come per gli americani una città come Roma, introvabile li. La cosa che ci differisce è la storia? Certo. Roma è l’espressione della cultura che ha attraversato questo continente da 3 millenni. Ma anche New York è un espressione della storia. Espressione viva dell’era moderna. Quello che è passato in questo secolo, passa attraverso NY. Io apprezzo tantissimo quell’espressione ma non la comparo con Roma. Un vantaggio noi ce l’abbiamo. Noi possiamo replicare, anche se non lo facciamo perché non siamo spinti verso la modernità, quello New York ci fa vedere. Per gli americani è impossibile replicare i nostri vessilli intrisi di storia e cultura.

  42. Roma non deve invidiare nulla ad alcuna città del pianeta…solo.la cappella sistina ha più valore di qualsivoglia grattacielo americano..probabilmente piú di tutta la..giocatori e vip inclusi…

  43. Beh, ibaka meglio di griffin mi mancava…

    Kobe non è finito, è che come ha sempre fatto, in alcuni casi si intestardisce(sopratutto se ha contro uno forte quanto lui) e quindi forza.

    Heat fanno sentire la difesa a lin, ma sinceramente credo che anche altri play sarebbero andati nel panico contro un pressing simile.

    Warning! Troll detected! Name: DRose …

  44. @Maicol Filips Non provare a ribaltare la realtà perché non funziona cosi. Meno male che ho specificato: “Attenzione, non sto dicendo che Ibaka sia migliore di Griffin, sto solo dicendo che in questi Thunder vedo meglio lo spagnolo.” Sai leggere? Non mi fate diventare aggressivo perché ve le andate solo a cercare.
    Ribadisco quello che ho detto. Pur considerando Griffin un giocatore devastante nell’attaccare il ferro nei Thunder vedo meglio Iblokka semplicemente perché è più funzionale in quel contesto. E’ un giocatore assolutamente COMPLETO. Sia difensivamente che offensivamente. Sa essere più che ottimo in difesa e in attacco sa fare benino tutto, probabilmente gli manca un’aspetto offensivo d’eccellenza. E non puoi negare che sia più COMPLETO come giocatore di Griffin. Che sia migliore NON l’ho MAI DETTO! Iblokka è perfetto in questo sistema, Griffin sarà perfetto in altri. Considerando poi che sono due ragazzotti (Griffin è paradossalmente più grande) ed hanno dei margini di miglioramento elevatissimi, il futuro è loro. Ma non rigirare le mie parole.

  45. Tante stoppate = grande difesa, non funziona così nella nba. Poi pare che tu stia parlando di garnett, adesso solo perché qualche volta ha messo un jumper questo mi diventa completo in attacco. Mah.

    “Non mi fate diventare aggressivo perché ve le andate solo a cercare.”

    Chiedo umilmente scusa a nome mio e di tutte le persone che le hanno causato fastidio.

    Spero di essere graziato.

  46. Maicol Filips tu sei pazzo. Mi spieghi dove avrei accostato le potenzialità di Ibaka a quelle di un Garnett? Ho detto solo che è un ottimo difensore, al di la delle stoppate, basta vedergli fare una partita. Non stiamo parlando di Bill Russell ma non credo sia da buttare. Quanti sono superiori a lui di AG in difesa in questo momento? Non dico che non ci siano ma vorrei sapere da te quali nomi.
    Ho detto che è un giocatore completo, non ho mai parlato di jumper alla Nowiztki. In attacco sa fare tutto ma BENINO mi sembra di averlo scritto. Schiaccia, tira dalla media, layup, post (qui c’è da migliorare), corsa (non è macchinoso), tiri liberi (decenti) e fa tutto questo benino. Se lo sapesse fare ottimamente staremmo parlando di un altro giocatore. Mi chiedo davvero perché ribalti le mie parole. Ah ma tu sei quello che affermava che James segnasse molto più da fuori che da sotto canestro…. ora capisco….

  47. diciamo che le città americane hanno un loro “stile”..alcune possono aver fascino,altre decisamente meno..ma mettersi a dire che son meglio artisticamente di città europee e non, di stampo medievale.è imperdonabile delirio…

  48. Lin mi pare già sul viale del tramonto…nelle 2 partite dove un giocatore ( DWill) oppure una squadra( gli heat , per carità la piu forte in difesa) hanno giocato con una mentalità difensiva da PO, il cinese – thailandese- taiwan-americano non lo so, è stato letteralmente distrutto! presunzione attaccando il ferro sensa senso contro JAnthony , bosh ,James e wade….roba da matti!!! inoltre mi sembra che alle superstar non abbia fatto cosi piacere tt sto rumore mediatico intorno al cinese…mi aspetto di vedere quando il cinese si presenterà nuovamente al cospetto del Mamba…

  49. DRose

    Dai su, fai il bravo, un ragazzo giovane come te che si droga…

    Io sono ovviamente d’accordo sul fatto che ci siano decine di città nel Mondo in cui vivere possa essere più agevole, soddisfacente, sicuro, che in Italia. E non metto in dubbio che NY possa offrire delle opportunità che una metropoli italiana si sogna, come stipendi, serietà, organizzazione…

    Però la storia finisce lì. Tu dici che negli States trovi un sacco di italiani, e te lo credo, ovvio che lì fare carriera ed avere un lavoro soddisfacente sia 100 volte più “facile” che da noi. E troverai anche molti turisti…ma neanche John Wayne potrebbe mai dire senza sputarsi in faccia che una qualsiasi città americana è più bella delle capitali o metropoli europee o asiatiche…dai, su

    Io sono di Roma, magari dò molte cose per scontate, ma so bene che vale più un sanpietrino di Via della Conciliazione, scagazzato da un cane, che tutto lo Stato di NY. E’ un dato di fatto che gli States non hanno storia, che le loro città non ce l’hanno, che questo magari li avvantaggia sotto il punto di vista della vivibilità, ma diamine, ci manca pure che Chicago sia bella come Roma o Parigi o Barcellona

    Europa e Asia avranno tutti i problemi del mondo, ma le città ed i villaggi che ci stanno non ce le ha nessuno. E non è un caso che un paese che non è tra i primi 20 al mondo come superficie, sia comunque quello con maggior numero di Siti dichiarati patrimonio mondiale dall’Unesco. Vai a Matera o Cefalù, e poi dimmi che il paesino del cazzo dell’Idaho è bello uguale…

  50. Sergente Stoppani

    Guarda, non so quali siano le tue fonti, ma a me pare che la stragrande maggioranza degli utenti del blog ritengano i Thunders la squadra migliore del West. Magari qualcuno può preferire Dallas, qualcuno può dire che soffriranno contro L.A. o San Antonio, ma chiunque segua la NBA li ritiene i primi candidati alla finale

    Anche perchè parliamo di una squadra che ha sfiorato le 60W lo scorso anno, e dopo non si è certo sciolta nei PO, vista la finale di conference raggiunta. Quindi che siano solidi non sfugge a nessuno

    Riguardo alla partita di stanotte, vorrei davvero sapere da dove hai dedotto che “tutti davano vincenti LA”, quando forse solo un paio avranno fatto pronostici (gli altri davano per scontata la W di OKC). Giocavano una squadra con 15-1 di record casalingo, ed un team in back to back, e con un record in trasferta imbarazzante…se qualcuno ha detto L.A., era tanto per fare il burlone, o vincere molto alla SNAI

    In una Lega dove le dinastie di Boston, L.A. e Spurs sono ormai alla fine, è ovvio che l’avere 23 o 24 anni negli uomini chiave conta molto poco, quando si hanno tecnica, gambe e talento. E se alcuni danno favorita Miami in una eventuale finale contro OKC, al di là delle valutazioni sui singoli ruoli, è perchè per quanto giovani, talentuosi e reduci da una finale di conference, OKC sembra pagare dazio da un punto di vista di esperienza…

    Perchè gli Heat, oltre ad essere giovani anche loro, e profondi, hanno anche nei loro uomini chiave una maggiore dimestichezza con certe atmosfere di playoff. Sarà legittimo pensare che Wade (30 anni, 1 titolo ed una finale) e James (27 anni, 2 finali) abbiamo un maggiore esperienza di Durant e Westbrook?

    E dato che le finali si decidono di solito su dettagli, singole giocate, avere chi è già stato lì è un indubbio vantaggio (senza che questo voglia dire che OKC debba soccombere, o non possa trovare dei mistmatch favorevoli da altre situazioni)

    • IYW non posso che quotarti. Davvero quando non si parla di Lebron ci troviamo alla grande. Questo topic te lo quoto in pieno. Sull’eventuale finale già da molti pronosticata, poi magari sarà Chicago-Dallas, se c’è davvero un punto in cui Miami è avvantaggiata rispetto ad OKC è proprio il fattore esperienza. Questi sono giocatori che volente o nolente qualche finale Nba già ce l’hanno sulle spalle, vittorie e sconfitte, insomma hanno un bel bagaglio. OKC è davvero alle prime armi. Si vedrà.

      Sui pronostici, effettivamente per 4 che ho visto tutti davano vincenti LA. Non che questo fosse impossibile (stiamo parlando sempre dei Lakers per quanto derelitti) ma, mia considerazione, è solo una tendenza che deve in questo blog i Thunder poco cagati. Se se ne parla è solo perché se ne deve parlare. Magari mi sbaglio. Comunque non sono queste le cose interessanti di cui parlare. Il mio topic era solo un’osservazione.

      Piccola notazione. Tra quei pronostici c’era anche quello di Maicol Filips. Vi sorprendo se vi dico che dava i Thunder sconfitti? Direi proprio di no. Al buon Maicol i Thunder proprio non vanno giu.

  51. Ibaka
    Migliora di anno in anno. Difensivamente è una bestia. Usa fisico e tecnica. Offensivamente sta salendo di tono senza che ci si aspetti mani da pianista. La sua presenza nei Thunder è importante al punto che la squadra può fare a meno di Perk (c’è Nazr) ma non dell’afro-spagnolo.

  52. A Roma, a quanto ho letto io, ci sono il 33% dei monumenti artistici mondiali. Ma di che cazzo stiamo parlando?

  53. “Piccola notazione. Tra quei pronostici c’era anche quello di Maicol Filips. Vi sorprendo se vi dico che dava i Thunder sconfitti? Direi proprio di no. Al buon Maicol i Thunder proprio non vanno giu.”

    Merda, hai smascherato un mio pronostioco sbagliato. Ora non so più cosa dire.

  54. “Andrew Bynum will get an injection of Synvisc, which serves as a lubricant, in his right knee on Friday. Bynum will be administered the injection by his personal doctor, David Altchek.

    The company’s website states the substance can provide “up to six months of osteoarthritis knee pain relief with a single injection.”

    Bynum will sit out All-Star practice Saturday while recovering from the injection. He will still play in the game Sunday.”

    Read more: http://basketball.realgm.com/wiretap/219182/Bynum_Scheduled_To_Receive_Synvisc_Injection_During_All_Star_Break#ixzz1nJfkaVlw

    Sto ragazzo è sano come un pesce……ed ha solo 24 anni…..

  55. Fabio Massimo Stoppani

    Ne ho già fatte diverse dopo aver letto qualche tuo post. Grazie.

  56. Premetto che non sono mai stato un fan di Lin e che non l’ho mai reputato un campione, ma adesso perché ha cannato 2 partite una contro gli heat e un contro DWill ( a proposito della difesa di Dwill potete chiedere anche a chris paul).
    E nessuno ha fatto notare, forse nessuno ha visto la partita, che il caro baron ha fatto 0 su 7 al tiro ed entrava selvaggiamente scaricandola a caso tanto quanto il muso giallo.

    Chiaro che il play titolare deve essere il barone e lin il backup. Come chiaro che ci diceva di tradare melo per far spazio a lin dicesse str…. Come chiaro che il primo problema che ny deve risolvere è d’antoni.

    New york è la mia città ideale. Altre città in America non ne ho viste ma Roma è indiscutibile come firenze e Venezia. Su Milano Bologna e Torino non è che siano quadro spettacolo.
    Poi se volete parliamo di perché a ny Parigi Londra uno ci va e se si organizza un minimo la gira tranquillamente e ci sta da Dio e perché nelle città italiane sia un casino dalla metro ai musei ai servizi prenotabili via Internet…

  57. Ma secondo me queste scoppole se le prende nel modo giusto faranno bene a LIN non dimentichiamoci che stiamo parlando di un sophomore che nel suo anno da rookie non ha praticamente giocato ed ha fatto solo 11 partite da titolare in NBA non è mica colpa sua se in america l’hanno strapompato per motivi di marketing, il ragazzo ha cervello ed etica del lavoro sono sicuro migliorerà.
    Cazzo contro Miami è andato in crisi ROSE figuriamoci se con quelle belve non ci andava LIN gli hanno riservato un trattamento da star diamogli almeno la chance della rivincita al MSG.

    • Da un punto di vista naturalistico gli USA sono il miglior paese del mondo a mani bassissime. Hanno panorami caratteristici che il resto del mondo si sogna ( forse l’Australia).

      Ed è questo il lato che mi piace; dei grattaceli e delle stradone a 18 corsie, sinceramente, non me ne frega un cazzo.

  58. Chi offende non merita la mia risposta, per quanto riguarda la persone civili ed educate io non ho MAI paragonato la storia dei 2 paesi… È ovvio che le chiese e i monumenti italiani siano più antichi di quelli USA…1492 vi dice nulla? Ma molte città USA a parer mio sono molto meglio del 90% delle città padane (e io ci vivo) di Milano e di Genova! Poi cm diceva qcuno qua sopra, dal punto vista naturalistico e dei paesaggi, beh, solo un cretino può dire che l’Italia ha qcosa che si possa anche solo avvicinare alla maestosità a Stelle e Strisce!!
    Chiuso OT!

  59. z-bo torna per i play off, perchè se torna i favoriti per me diventano i grizzlies

  60. interessante il discorso delle città,chiaramente non si possono paragonare le città americane con quelle europee e italiane in particolar modo,con una storia e un patrimonio architettonico incomaparabile….la storia che hanno (a me,sottolineo,a me) le rende molto più affascinanti della Florida,LA,NY e altri posti negli USA che la prima volta che li ho visti restai a bocca aperta per 10 minuti,non ci sono abituato..i paesaggi in US sono fantastici,ma è normale è un continente,c è una varietà pazzesca e scenari immensi…io sono nato in un isola,e di tutti i posti che ho visto non la scambierei con niente,chissà magari cambierò idea facendo altri viaggi e vedendo altri posti che non ho ancora visitato,non ho ancora visto le Hawaii,un giorno spero di andarci…per quanto riguarda i Thunder io non ne parlo perchè raramente li vedo e sempre solo per Durant,perciò per dire cose inesatte non dico nulla….

  61. Ecco Zotal, se riesci vai alle HAWAII… Io ci sn stato 6 volte e ho visto tutte le 4 isole principali…davvero un posto sensazionale il 50esimo stato… Anche se, se vuoi vedere qualcosa di ancor più bello, qualcosa da togliere davvero il fiato, allora vai nel 49esimo stato, il Last Frontier State!! Ciao!!;)

  62. Comunque ragazzi non conoscevo questi pezzi di Federico Buffa sui 50 stati d’America ed ora capisco tante cose. Proprio a proposito di Oklahoma City… Ora mi spiego perché su questo spazio parlavate in certi termini e con tanta sicurezza dipingendo OKC come una città di vaccari, petrolieri e città dimenticata da Dio. Non che avesse cosi torto ma quel servizio descrive principalmente Oklahoma STATO, descrivendo pochissimo OKC. Poi stiamo parlando sempre di Federico Buffa. A me piace tantissimo per come dice le cose, per la passione che mette ma è un venditore di fumo non da poco. E’ un cantastorie parecchio bravo che però spesso tratta le cose con buona superficialità e qualunquismo. E’ bravissimo perché lo fa benissimo ma quando l’ascolto sto attento più alla forma che al contenuto. E’ perfetto per questo mondo (NBA) che ha bisogno di cantastorie eccellenti che impacchettino ed imbellettino al meglio il prodotto che passa di moda. Fantastico quello che disse sulla schiacciata di Griffin al Dunk contest. “Andato a schiacciare in un modo che non si era mai visto prima”. Si tralasciando, il primo che mi viene in mente, un certo Milic che salto un’auto per davvero e non un cofano come fece Griffin. Non che Blake avrebbe dovuto saltare un’auto per davvero, anche perché basta sbagliare una virgola e rischi di farti veramente male e non puoi permettertelo, ma un appassionato come Buffa che certe cose le avrà sicuramente viste, quando prova a descrivere una schiacciata del genere è logico che debba schiacciare l’acceleratore il più possibile, sta a noi filtrare il messaggio col giusto equilibrio. Onestamente quando ho sentito quelle cose su OKC mi siete sembrati tanti piccoli Buffa. Il problema è che lui lo fa per mestiere. Allora vi dico, W lo stato delle checche e degli animali!

    • Il video di Buffa l’ho postato Io…
      Io ho solo letto che stavano parlando delle città americane e quale interesse potesse avere Portland
      che ripeto, non sarà una città eccezionale, ma basta uscire un attimo fuori e lo spettacolo è notevole…
      Per il resto…tutto è sempre relativo….una città di m_rda può diventare bellissima se ti danno 10 testoni l’anno….guardate Manchester che a detta di tutti fa veramente schifo come città…eppure è piena di giocatori straricchi!

  63. Se i thunder scambiassero griffin per ibaka vincerebbero il titolo per i prossimi 10 anni nn so come fai a preferirgli ibaka.

  64. Mah, nel contesto OKC, data la loro struttura, Griffin non c’entrerebbe una mazza, considerando anche che la metà dei suoi punti li segna da pick and roll, che Durant e soci non usano mai…

    No, ai Thunders serve gente che fa legna sotto canestro, non un 4 che segna 20 punti a partita. Ne hanno già 3 di scorer in squadra. Che poi un lungo dalle mani educate sarebbe utile, non ci piove. MA Ibaka, se mette su un paio di movimenti offensivi, gli va più che bene. Specie considerando che in difesa e come intimidatore vale 10 volte Blake…

    PS: non so voi, ma mai come quest’anno dell’All Star Game mi frega poco. Già è qualche anno che lo giudico in calo, con partite che dicono poco e niente…poi quest’anno non c’è neanche il dunk contest di livello a dare visibilità…

    • se non mi hai letto
      volevo farti i complimenti su quello che hai scritto sui Blazers qualche giorno fa,
      condivido molto.
      Ciao

    • a me ha fatto sempre schifo, tranne qualche edizione ( tipo quella in cui nel finale Marbury e Bryant si massacrarono di bombe). la gara delle stelle l’ho sempre trovata una partita imbarazzante. Il Rookie Challenge ancora peggio, l’unica cosa carina era la partita dei vecchiacci, ma l’hanno soppressa

  65. ma la notizia che sheed dovrebbe frmare con i lakers?poi vabbè buffa venditore di fumo.?!siamo proprio allo sbando,e in quel video parla chiaramente di milicic…poi ognuno ha le sue idee!

  66. @IYW mi hai tolto le parole di bocca su Ibaka. Sull’All Star Game ormai ha perso completamente d’interesse da quando hanno deciso di trasformarlo unicamente in un spettacolo (per chi ama il basket decisamente ridicolo). Fino a 10 anni fa era si, anche grande spettacolo ma con un minimo di competizione. Ormai il Dunk contest l’hanno trasferito dentro la partita, ecco perché nessuno ormai di rilevante vi partecipa. Sono lontani i tempi in cui Jordan e Wilkins si sfidavano a chi ce l’avesse più duro condendo lo spettacolo alla competizione. A me piacerebbe vedere Griffin e Howard contro James. Magari Griffin potrà anche saltare sui cofani delle auto e Howard vestirsi da Superman ma James passerebbe attraverso un muro in mattoni… ahaha v’immaginate che scena? ahahah
    @giangio La mia filippica su Buffa non era riferita a te e al tuo video che hai fatto benissimo a postare per spiegare in italiano il concetto su Portland e l’Oregon.

  67. Non saprei secondo me messi cosi’ i thunder non la battono mai miami poi felice di sbagliarmi, perche’ sembrano molto simili come struttura di squadra, poca roba sotto canestro, stelle negli esterni. Solo che miami in difesa e’ meglio e nei ruoli dove puoi’ mettere in difficolta’ gli heat, cioe’ i lunghi, hai poco o nulla. Poi cmq per tornare a griffin-ibaka di gente che difende okc ne ha perkins, sefolosha, westbrook, avrebbe bisogno di un lungo con punti nelle mani e griffin credo ne abbia, credo che nessuno al mondo rifiuterebbe uno scambio ibaka-griffin.

  68. Drose smettila di girare tutti gli states su street view, ti fa male agli occhi stare troppo davanti allo schermo del pc…

  69. Riguardo lo scambio Ibaka-Griffin io sono per la filosofia: se posso prendere i migliori li prendo e poi penso a come costruire la squadra attorno a loro.

    Certo se dobbiamo inserire a campionato in corso Griffin a posto di Ibaka è un’idiozia.

    Ma sappiamo bene come spesso le squadre si plasmano con i giocatori. E i Thunder con Griffith giocherebbero in tutt’altro modo per sfruttarlo nel migliore dei modi.
    Anche perché per pensare al bilanciamento del team, al draft, più di qualche squadra si è fatto sfuggire il prezzo pregiato per prendere uno forte in un ruolo che maggiormente serviva.

    Immagino che tutti voi, quando avete letto, Sam Bowie alla 2 e Jordan alla 3? Ma siam pazzi? Ecco se avete mai fatto una considerazione del genere spero tanto che non siate del partito del NO allo scambio Ibaka-Griffith.

  70. a chi parla della maestosità dei paesaggi U.S.A.: fatevi un giro per l’Italia (in primis) e per l’Europa, poi ne riparliamo magari.

  71. …anche perchè Rose, ora nn è che ti puoi mettere a cambiare le carte in tavola, sei partito dicendo che le città USA sono più belle di quelle italiane…se avessi detto che negli USA si vive meglio, o che ci sono paesaggi più belli (e ti credo, sono grandi 10 volte tanto…il confronto ideale sarebbe con l’intera Europa, dove ti assicuro che i paesaggi mozzafiato non mancano…chiunque abbia visto Mont Saint Michel sa di cosa parlo), nessuno ti avrebbe detto niente…

    Ma se pretendi di dire che Chicago è più bella di una capitale europea (una qualsiasi, fosse anche Minsk cavolo, ha più cose da mostrare di una città americana), beh allora le cose cambiano. Buon per te che sei così esterofilo, io il Continente Europeo non lo cambierei con niente al Mondo

  72. Italia – Stati Uniti in votazioni decimali

    Storia: 10 a 2 per l’Italia (la facciamo da padroni agevolmente a livello mondiale, basterebbe solo la storia millenaria di Roma per spazzare via tutto, anche se nei suoi 235 anni gli States qualcosina di interessante ce l’hanno da raccontare)

    Arte: 10 a 1 per l’Italia (qui non c’è proprio storia, Michelangelo, Leonardo, Brunelleschi, Giotto, Caravaggio, Piero della Francesca, Raffaello, Verdi, Puccini, chiese spettacolari, musei stracolmi di gemme create sul territorio, monumenti antichi e moderni, architetture risalenti ai più svariati periodi, ecc…dall’altra parte qualcosa di arte contemporanea più le radici di rock, blues e jazz, in verità più degli afroamericani che altro)

    Paesaggi/Natura: 10 a 8 per gli Stati Uniti (pur avendo in Italia montagne stupende, mari fantastici, laghi, parchi naturali e ogni ben di dio, negli U.S.A. madre natura ha veramente esagerato, si trova praticamente tutto e al meglio, dal Canyon, ai deserti, ai parchi, alle montagne, ai boschi del nord, ai laghi, le scogliere, le spiagge, e chi più ne ha più ne metta, senza contare la fauna sterminata)

    Vivibilità: 7 a 6 per gli States (nessuno dei due eccelle in quest’ottica, paragonati ad esempio a posti come Canada o i paesi scandinavi, USA un pelino in più per le maggiori opportunità di lavoro e di successo)

    Popolazione: 6 pari (in entrambi i paesi c’è molta ignoranza, corruzione e criminalità, tuttavia siamo ancora in paesi ben civilizzati)

    Cibo: e che ve lo dico a fà…10 a 0 senza repliche.

  73. Ci sono un paio di utenti che danno per scontata la firma di Sheed con i Lakers…qualcuno ne sa qualcosa, o ha delle fonti attendibili?

  74. Mi son fatto un regalo !
    sky sport sino al 23 giugno, pagando una tantum 25 euro e spicci
    l’anno scorso ero sempre a mendicare una tessera per vedere i Po nottetempo, con lo streeming non ho buoni risultati, Sky è il massimo per qualità video e audio (con riferimento a f. Buffa che mi manca molto)
    Wallace ai Lakers!
    Non vedo l’ora che finisca questa pagliacciata dell’All star e comincino gli scambi…
    Tornando a Sky non ho trovato una guida alla programmazione nba decente, ma vabbè
    buon weekand a tutti!

  75. si parla di rasheed wallace ai lakers.

    giuro che smetto di seguire il basket nel caso.

    non voglio veramente crederci,sheed ci hai lasciato nella merda l’anno scorso quando ci serviva come il pane un centro come te e te ne vai da loro, che comunque vada non hanno alcuna possibilità di vincere il titolo.

    non voglio crederci, spero siano solo voci.

    • capisco che a uno che tifa Celtics possa rodere il culo ma l affermazione “comunque vada non hanno alcuna possibilità di vincere il titolo” mi sembra un tantino esagerata,non saranno i favoriti,hanno un coach mediocre,non danno buone sensazioni ora come ora,ma non stanno neanche giocando al meglio delle loro possibilità,non dico che vinceranno il titolo ma allora con lo stesso metro di paragone e guardando il record possiamo anche dire ” i C’s comunque vada non hanno alcuna possibilità di fare i poff” ??

  76. fai pure, anzi io fossi ainge farei pure tanking spudorato per andare dritti al prossimo draft, tanto cosa ti cambia un ottavo posto, giusto per la cabala che a est nell’anno del lock out chi finisce ottavo poi va in finale eheheheheh

  77. che poi a me rode il culo solo dal punto di vista affettivo e per il fatto che l’anno scorso sheed ha rescisso il contratto che ancora lo legava a noi, quello fu un danno….non penso proprio che sia un rinforzo significativo per i lakers dopo un anno e mezzo di stop a 38 anni….i lakers possono anche far tornare kareem e magic, ma tanto non vincono l’ovest.

    tra l’altro bella coerenza, sheed si dichiarò schifato dall’arbitraggio delle finals 2010 e negli spogliatoi dello staples andò pure a cercare gli arbitri, ritirandosi anche per quella delusione, e se ne va proprio da quelli lì…..vabbè che lui è il lunatico per antonomasia, buona fortuna comunque.

    • non mi scandalizzo del fatto che uno si risente se un giocatore passa dalla sua squadra a quella rivale,è solo che ho smesso da taaaanti anni di aspettarmi la “fedeltà” dei giocatori professionisti,è il loro lavoro e fanno quello che gli conviene di più per la loro carriera e/o conto in banca,ognuno fa le sue scelte,poi è chiaro che se sei un personaggio pubblico ti puoi anche attirare delle critiche e i fans hanno sempre il diritto di dire la loro…detto questo per Boston sarebbe meglio non farli i poff quest anno e prendersi un biglietto alla lotteria,non sia mai vincano Anthony DAvis…

  78. Questi discorsi affettivi su squadre che stanno a 10.000 km da noi sono totalmente fuori dalla mia comprensione… Un conto è simpatia, un conto è “giuro che smetto di seguire il basket nel caso”. Ma per cortesia, asteniamoci da queste vaccate da poppanti, su…

  79. Che poi fosse Sheed uno lineare…a me se si desse al sumo stupirebbe come un pompino di Moana Pozzi

Commenta