PORTLAND 86 – NEW ORLEANS 74

I Blazers sono per la prima volta sotto il 50% in stagione ma riescono a risalire in casa grazie alle prestazioni di Batum (high scorer del team con 19 punti) e Felton (doppia doppia da 11 punti e 10 assist). Per gli ospiti miglior marcatore Marco Belinelli (18 punti con 8 su 14 dal campo), ma una scarsa precisione complessiva al tiro (29-70). Portland sarebbe ora fuori dai playoff, insieme a Minnesota è in lotta infatti per l’ottavo posto, occupato per ora dai Rockets.

TORONTO 88 – ORLANDO 92

Un Dwight Howard da  36 punti e 13 rimbalzi (16 su 20 al tiro e 4 su 14 ai liberi) trascina gli Orlando Magic alla vittoria esterna all’Air Canada Center. Per i padroni di casa non bastano i 23 di DeRozan e la doppia doppia di Gray (11 punti e 11 rimbalzi). Il record per la franchigia della Florida è ora 25-14, mentre i Raptors sono sempre più in negativo: 12-26 il record.

GOLDEN STATE 120 – WASHINGTON 100

I Golden State Warriors ottengono una delle poche vittorie esterne della stagione sul campo dei Wizards, grazie al solito Monta Ellis (25 per lui), Lee (doppia doppia da 13 e 10) e ai 12 punti in 9 minuti di Curry che rientrava dall’infortunio. Per Washington, alla ventinovesima sconfitta stagionale, non bastano i 20 di Wall e i 25 di Young uscendo dalla panchina. A far la differenza, il 62% da tre per gli ospiti (15 su 23) contro l’8 su 22 dei padroni di casa.

CLEVELAND 100 – UTAH 109

Gli Utah Jazz sono alla caccia dell’ottavo posto a Ovest e ottengono un’importante vittoria nell’Ohio. Decisivi i 23 punti di Gordon Hayward, con 8-11 dal campo, 4 rimbalzi e 5 assist. 25 e 13 rimbalzi anche per Jefferson e doppia cifra di realizzazione per Howard e Millsap. Per i padroni di casa non bastano i 22 punti a testa per Irving e Jamison. A far la differenza le percentuali dal campo: Utah tira 40-80 totale dal campo e 5 su 9 da tre, contro il 9 su 23 da tre degli avversari.

CHICAGO 92- INDIANA 72

I Chicago Bulls ottengono la settima vittoria consecutiva in casa contro gli Indiana Pacers. Nonostante un’infortunio per Rip Hamilton nel primo quarto, i Bulls riescono a piazzare il parziale decisivo nel quarto quarto (33 a 13) e ottengono la vittoria numero 32 della stagione, dominando gli avversari a rimbalzo (60 rimbalzi totali per Chicago). 5 giocatori in doppia cifra con Deng top scorer della squadra con 20 punti (Rose 13 e 9 assist). Per i Pacers buona prova per George, top scorer del match con 21 punti, ma pessime per Hibbert (2 punti) e Granger (11 punti con 4-12 dal campo).

MILWAUKEE 97 – PHILADELPHIA 92

Philadelphia è reduce da 7 sconfitte nelle ultime 9 e continua la striscia negativa a Milwaukee. Per i padroni di casa 33 punti per Jennings e doppie doppie per Gooden (25 e 10) e Ilyasova (11 e 18). Per Phila nessuno del quintetto base in doppia cifra ma 45 punti complessivi dalla panchina, con L. Williams top team scorer con 25 punti. 15-23 ora il record per i Bucks mentre i Sixers si avvicinano sempre di più al 50% di vittorie: 22-17 il record.

OKLAHOMA 95 – DALLAS 91

Continua la striscia vincente dei Thunder che ottengono la rivincita delle scorse finali di Conference. Parziale decisivo nel terzo quarto (23 a 13) per i padroni di casa che vedono in doppia cifra i soliti tre nomi: Westbrook (24), Durant (22) e Harden (16). Per i Mavs prestazione da Mvp per Dirk Nowiztki (27 punti alla fine) e doppie cifre per Marion, Mahinmi e Terry. I Thunder condividono con Miami e Chicago il minor numero di sconfitte in stagione (8), mentre i Mavs sono in lotta per un posto nella Western Conference, con un record di 22-17.

MINNESOTA 95 – LOS ANGELES CLIPPERS 94

Non bastano i 26 punti e 12 rimbalzi di Blake Griffin ai Clippers per tornare da Minneapolis con la W. Dall’altra parte infatti c’è un super Kevin Love che mette a referto 39 punti e 17 rimbalzi con 5 su 10 da tre. Decisivo l’errore ai liberi nel finale per Chris Paul che sul 92 a 95 subisce un fallo da Williams sul tentativo da tre per il pareggio: solo 2-3 e vittoria TWolves.

DENVER 119 – SACRAMENTO 116

I Denver Nuggets faticano più del previsto a sbarazzarsi dei Sacramento Kings. Privi ancora di Fernandez, ritrovano però Nenè e Danilo Gallinari, entrambi uscenti dalla panchina. Decisivo Afflalo che con una tripla e 3 tiri liberi nei secondi finali della gara riesce a ottenere l’OverTime per i Nuggets, dove Lawson piazza la tripla decisiva sul 116 pari a 2 secondi dalla fine. I Nuggets sono ora sopra il 50% e sperano nel recupero completo dei loro giocatori migliori, mentre per Sacramento si tratta della sonfitta 26 della stagione.

Post By Francesco Grazioli (62 Posts)

Connect

93 thoughts on “NBA – Chicago annienta i Pacers, Oklahoma prevale sui Mavs

  1. Kevin Love miglior ala grande della NBA, insieme a Nowitzki. Da testare ai playoff, chiaro, ma come impatto puro non ho dubbi.

    Che giocatore!!!!!

  2. Come previsto i Clippers si stanno lentamente sgonfiando dopo che Billups s’è rotto, intanto per la cronaca sono sotto 3-0 con Minnie quest’anno, dimostrazione che s’accoppiano non molto bene.L’anno scorso si parlava solo di Griffin, beh oggi tra Love e mister “so solo schiacciare” non c’è storia.

    P.S. Marion 34 anni ma come difende lui sugli esterni piccoli o lunghi che siano ce ne sono pochi, chiedere a Kobe e Durant.

  3. Buongiorno ragazzi
    Ho un attimo di tempo per postare e, anche se non c’entra una ceppa con le partite di stanotte, ne approfitto per tornare un attimo alla discussione di ieri…quella su Lbj-Kobe. Premetto che è sempre un “piacere” leggere gente che si da del fallito solo perché uno si fa le pippe su Kobe o viceversa.
    Aggiungo che sono un kobiano convinto e Lbj non è che mi sia mai stato molto simpatico. Detto questo, però, devo dire che, se parliamo senza considerare la carriera, tra i due non c’è paragone al momento.
    Se mi passate un paragone calcistico, direi che parliamo di Messi e Ronaldinho. Lbj è Messi, non ci sono dubbi, uno che attualmente domina il giochino.
    Kobe, invece, è l’altro. Uno con una classe superiore a qualsiasi altro essere vivente, capace di deciderti una partita in qualunque momento, ma con evidenti limiti fisici. Dinho non s’allena da anni ormai, Kobe invece da questo punto di vista è un martello, ma ha giocato 70mila partita e questo sul fisico si fa sentire. Alla fine, Kobe, come Dinho, gioca praticamente da fermo, palla in mano sui 5-7 metri e vediamo se riesco a metterla nel sette a giro.
    Il discorso, dal mio punto di vista, ridimensiona anche la prestazione difensiva di Battier. Perché un fuoriclasse diventa immarcabile se ha una doppia dimensione offensiva, cosicché se gli lasci un metro ti tira in faccia, se gli stai attacco se ne va in palleggio. Questo con Kobe non serve più. Lui ora ha solo jump shot, e se sono un difensore intelligente ti sto attaccato al culo tutta la partita e ti metto la mano in faccia sempre, poi se la metti bravo tu. Questo è quello che ha fatto Battier domenica, ma lo farebbe qualsiasi difensore sano di mente, perché è evidente che kobe non penetra più. Voglio dire che Battier rimane un difensore formidabile, ma domenica era più facile far sentire la propria presenza. Ma un kobe ispirato come quello di domenica allo Staples, con altre gambe gliene avrebbe messi in faccia 50. Con una difesa così asfissiante andava a canestro tre volte consecutive, costringeva Battier a staccarsi e poi lo mitragliava da fuori.

    Se parliamo di prestazione difensiva, allora mi ha impressionato di più quella di kobe su wade nei primi due quarti. Perché wade è uno che fisicamente fa spavento, ma ieri ha sofferto kobe su entrambi i lati del campo. È andato sotto psicologicamente ed è entrato in confusione, anche quando lo hanno tolto dalla marcatura sul 24. Si parla di singola partita e quindi non c’è da fare discorsi generali, ma poche volte ho visto un fenomeno subire così tanto psicologicamente l’avversario diretto.

  4. dire che love sia la miglior ala grande della lega non e affatto un’eresia anzi i numeri sono decisamente dalla sua parte.nel ruolo e sia il miglior realizzatore che miglior rimbalzista.
    fino ad un anno fa i suoi detrattori(facevo parte di loro) dicevano che spostava poco pero quest’anno invece i wolves sono una squadra competitiva e non solo grazie a love sia chiaro.
    adelman e rubio hanno dato una nuovo respiro a questa squadra poi la ciliegina sulla torta si chiama love che dopo aver vinto il confronto “diretto” con aldrigde,ieri ha giocato meglio di griffin.
    non sono convinto che sia in assoluto il miglior nel suo ruolo pero i fatti almeno quest’anno sono dalla sua quindi…..

    • d’accordissimo, ora come ora statistiche alla mano lo è eccome…poi forse non è ancora maturo per essere decisivo nelle partite che contano davvero..

      insomma, un Nowitzki in questo momento sarebbe sicuramente ben altra cosa in una post season…però diamine il 42 è giovincello e cosa sta già dimostrando è sotto gli occhi di tutti!

  5. Love, accusato fino a qualche tempo fa di sparire nei finali, ha ultimamente domostrato il contrario, mettendo in diverse gare, e sempre con maggiore continuità, tanti punti nell’ultimo quarto.

    La stranezza di love è la sua abilità a rimbalzo, unita ad una capacità di segnare da ogni angolo del campo. Dal post è forte, da fuori non va MAI lasciato tirare, idem dalla media. Da sotto si prende qualche stoppata, ma è dannatamente testardo e alla fine riesce ad averla vinta.

    Un altra cosa: rispetto agli anni passati, ma anche solo alla passata stagione, è incredibilmente dimagrito ed ha perso un bel pò di “ciccia”, infatti pare molto più atletico oggi.

    vs dirk: 25+17, 31+10, 32+12 (2w 1L)
    vs griffin: 17+14, 10+7, 39+17
    vs aldridge: 42+10
    vs scola: 33+17, 25+18, 29+7, 39+11

  6. Comuque nessuno dice niente sull’evidente calo di Rubio: Irving sta giocando tre livelli sopra di lui adesso. Continua a offrire discreti numeri come assist e steals, ma offensivamente vale proprio poco, e per diventare una pg paragonabile ai Paul, Williams e co, nei prossimi mesi e anni dovrà lavorare tantissimo su tiro e penetrazioni altrimenti non costituirà mai una minaccia in attacco e un campione non può essere monodimensionale. Fra l’altro ha pure problemi ai liberi.
    Sia chiaro, come passatore e doti di regia lo reputo secondo a pochissimi, ma globalmente è -per ora- distante parecchio dagi altri super play, e Irving, strabiliante la facilità con cui segna costantemente minimo 20 punti, con due anni in meno diventa un prospetto con potenziale addirittura più ampio di Rubio.

    • oddio rubio tira i liberi oltre l’80% quindi di problemi ai liberi non ne ha per il resto concordo con la tua analisi.

  7. Magic

    considera anche che è abituato a giocare 30-40 partite all’anno e quindi a dosare le forze di conseguenza, probabilmente patisce il rookie wall più di altri

    poi sul discorso della pericolorisità offensiva non hai tutti i torti, ma ha cmq uno stile diverso dalle altre grandi pg, più incline a far giocare che a fare assist (e quindi tende a crearsi meno spazi per uno scarico di CP o DW, attaccanti molto + pericolosi), in questo la scuola europea si vede molto!

  8. Su rubio ho paura che, a parte i ritmi a cui non è abituato, lui un attacco sarà uno come rondo, ovvero incapace a mettela dai 4 metri in su. Come passatore e difensore il migliore tra i rookie, ma se parliamo di talento, irving(pseudo-play) è diverse piste avanti. Per me irving sta facendo una stagione da matricola tra le migliori che abbia mai visto, tenendo conto dell’età(19 anni) avebdo giocato solo una decina di gare in ncaa e ciò nonostante mostra una sicurezza assurda.

  9. forse a Love tutto questo pensare di essere il miglior 4 della Lega non gli ha fatto male,anzi…chi diceva che nei finali spariva semplicemente ora non commenta piu’ su Love,vedi tu la casistica…con una squadra che non ha molte altre opzioni vere per segnare,Beasley e’ lunatico come pochi,Williams e’ buono ma super acerbo,20 anni e tanto da imparare,Rubio in attacco sta avendo grosse difficolta’,gli altri esterni sono proprio poca roba (Webster passa da 21 all uovo nel giro di 2 sere),nel record di Minnie c’e’ proprio tanto di Love,che a mio modestissimo parere sta facendo la stagione piu’ monstre di tutti dopo LBJ e Durant…

  10. Irving al momento sarà anche una buona point-guard, ma Rubio è senza ombra di dubbio il miglior playmaker puro uscito dai draft degli ultimi 3 anni almeno…oddio poi magari sarò pure di parte, visto e considerato che ne ho piene le balle di tutte ‘ste PG né carne né pesce che stanno spopolando negli ultimi anni, però il ragazzo si farà, è già un buonissimo difensore ed un buon rimbalzista (ricordiamoci che anche il primo Kidd segnava una decina di punti e con percentuali bassine, e poi col duro lavoro si è costruito un tiro più che decente), e sopratutto dalla sua ha una società con un progetto che sembra solido e ben studiato…è proprio questa la cosa che i vari Irving, Wall e compagnia bella si sognano ed è una cosa che conta davvero tanto a mio modo di vedere.

  11. sulla questione kobe- lbj.. condivido l analisi che hai fatto, l unico appunto è che ronaldinho è un ex giocatore da almeno un paio d anni, per cui il paragone tra il 24 e il 6 e messi e dinho non esiste. È evidente che james abbia una continuità di rendimento per tutta una partita e/o una stagione che kobe non può più avere, ma lo è altrettanto il fatto che nonostante l età continua a tenere botta. Per cui ronaldinho lasciamolo perdere. Per il resto phila che ormai si è sgonfiata e clippers che senza billups non mi sembra siano superiori ai cugini

  12. Rubio dovrebbe fare un bel training camp con degli ex grandi pg come Kevin Johnson, Tim Hardaway o chi per essi, ne trarrebbe giovamento. Io auspico possa davvero migliorare perchè se così fosse avremo un play magnifico da ammirare e, per giunta, europeo.

    Irving come talento secondo me è davanti a Rubio: più giovane e con pochissima esperienza, tantissimi punti nelle mani e una maturità clamorosa per l’età. Qualità tecniche e balistiche notevolissime (decisamente superiori a wall che dalla sua ha un gran fisico), se si irrobustisse un minimo diventerebbe una futura macchina illegale, in lui vedo un piccolo iverson con le dovute proporzioni.

  13. Beh, kidd in carriera ha il 40%, molto basso, e per quanto sua migliorato da 3, le % totali sono sempre rimaste più o meno le stesse, da che era rookie ad oggi. La cosa incredibile di kidd, escluse le abilità come passatore, è la sua abilità a rimbalzo, il miglior rimbalzista cm per cm che io ricordi(dopo barkley).

  14. Magic

    Fa strano pensare ad irving simile ad iverson, perché il rookie dei cavs sembra segnare perché la squadra ne ha bisogno, mentre iverson segnava perché era quella la sua natura. Detto questo, irving ha 19 anni e se giocasse quanto giocava iverson da rookie(21 anni) segnerebbe gli stessi pts, ma con % nettamente superiori…

  15. la cosa che più me lo fa somigliare ad ai è la facilità nel segnare in tanti modi diversi considerando il fisico normalissimo che si ritrova. Poi lo fa con percentuali clamorose per un rookie e ottime in generale, è per questo che ritengo sia uno dei giocatori più talentuosi e intelligenti visti negli ultimi anni.

  16. Vorrei vedere lbj A 34 anni quando le fatiche dei precedenti anni saranno tutte sulle sue articolazioni e il fisico non recupera piu’ come a 24-25 anni….tecnicamente siamo molti gradini giu’ a kobe,secondo me ci sara’ un crollo totale di lbj parallelamente al suo calo fisico..(non dimentichiamoci che kobe ad oggi porta 28,9 punti di media e non solo quelli a quasi 34 anni)

  17. Comunque i BULLS sono un rullo compressore, troppo sottovalutati secondo me anche se rimango dell’idea che dovrebbero fare qualcosa prima della trade deadline infilando Boozer per ottenere una guardia coi controcazzi.
    Rimangono comunque alte secondo me le loro possibilità per l’anello difendono in maniera favolosa.

  18. Io credo che la diatriba si possa risolvere dicendo che kobe sia più forte di james, lo è stato lo è adesso e lo sarà a carriere finite. Oggi james pare più forte solo perché kobe ha ben 33 anni suonati, e quindi non può rivaleggiare con il n.6 dal punto di vista atletico. Ehm, poi cosa manca, ah già 5 anelli a 0, uno è scappato da wade, l’altro gioca infortunato, kobe è decisivo nei finali, james la passa. Insomma kobe è nettamente più forte di james, e anche chi considera james più forte di kobe, comunque dovendo scegliere prenderebbe il mamba. Non vedo perché continuare a discutere. Kobe è più forte, non di moltissimo, ma è più forte. Inutile continuare una discussione senza più spunti.

  19. Magic

    sì ma non mi aspetterei di vederlo migliorare tanto sotto questo punto di vista, il ragazzo è orgogliosetto, del tipo “sono sempre disposto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino”, se capite a cosa mi riferisco..sul irving non so, non l’ho visto giocare abbastanza per emettere un giudizio

    Deron
    non sono d’accordo, con quella visione di gioco e il jumper che ha messo su, uniti alla conoscenza di certe dinamiche che viene solo avendole vissute da punta di diamante, troverà il modo di essere determinante anche quando non avrà il fisico di oggi, magari non sarà longevo come scorer come KB, ma rispetto al mamba sa dominare una partita in più modi (sul fronte assist, per esempio, è molto meglio). non mi stupirei di vederlo evolvere e diventare un mezzolungo alla shawn marion, ovviamente molto più forte

  20. Maicol Philips

    Sinceramente non ho ben capito il tuo commento, a tratti è serio, a tratti ironico :-)

  21. il futuro di lbj è giocare in ala grande…in modo molto più stATICO e con le sue doti da passatore…

  22. Ammiraglio

    L’unico modo per chiudere la diatriba è darla vinta alla maggir parte dei frequentatori del blog. Tanto per chiudere il discorso e non leggere più le stesse cose. Della serie, avete ragione voi, bravi! Ora però parliamo di altre cose please.

  23. oggi Miami e Lakers non hanno giocato… ancora fantasie su quei due?
    guardate che ci sono tanti giocatori che stanno facendo cose incredibili e se ne parla poco…

    Love in forma strabiliante… è sicuramente il 4 che sta dominando in questa stagione! per ora uno squalo da RS, bisogna vederlo ai playoff… rubio in flessione, per me comunque il ragazzo ha tantissimo talento…

    Bulls e OKC rulli compressori… sarà duri batterli ai PO

    ragazzi quanto sta giocando bene Faried… è un ottimo giocatore e Denver, se difende, è una squadraccia da incontrare ai PO… non hanno una stella ma il loro gioco è ben equilibrato, hanno tanti ottimi giocatori a livello offensivo, i problemi sono da gestire nella proprio metà campo… la difesa per Karl non è mai stata la materia preferita!

  24. Allora mi ripeto e non certo perchè hanno vinto ieri i BULLS sono i miei favoriti per l’anello.

  25. maicol

    basta che alti argomenti vengano proposti..che spesso leggo lamentele da molti utenti ma poche proposte, poche tesi e spesso mal sostenute che di conseguenza non vengono discusse da nessuno..anche oggi, su Love e rubio siam tutti d’accordo, quindi? che dobbiamo fare? mi appello a voi perchè non vedo altrettanta nba quindi mi perdonerete se parlo solo di LA, è l’unica squadra di cui guardo le partite..

  26. vedi e’ un peccato,ognuno guarda cio’ che vuole chiaramente,ci mancherebbe altro, io cerco un po’ mischiare,compatibilmente col tempo che ho….e’ chiaro che non puoi vedere tutto specialmente in questa stagione dove ogni sera ci sono 10 partite…io scrivo la mia opinione un po’ su tutto,poi gli altri hanno anche il diritto di non cagarsela,penso solo che si apprezzi bene il campionato quando si guardano squadre in situazioni diverse,quelle in corsa per il titolo,quelle da poff,e anche squadracce tipo i Bobcats che inspiegabilmente quest’anno ho gia’ visto 4 volte

  27. Qualcuno mi può spiegare perché Batum adesso parte sempre titolare?
    Tanto se ha deciso di andarsene, noi cosa ci guadagnamo a farlo giocare sempre, visto che la strada per i P.O. è ripidissima, visto anche l’ascesa di Minnesota e Memphis e il ritorno dei Nuggets?
    Io più che scrivergli di rimanere su twitter non posso fare, ma farlo giocare non credo che gli faccia tornare la voglia di rimanere…

    • Bè almeno finchè resta vi fa vincere qualche partita in più dato che non siete messi così bene ;)

  28. intanto vorrei parlare di westbrook,ho visto la statistica dei tiri presi e il buon russel prende meno tiri solo di durant e bryant e dire che sarebbe un play.
    non metto in dubbio il fatto che sia forte pero e il prototipo di giocatore che a me non piace per nulla solo che al momento i thunder vincono anche grazie al suo contributo offensivo.rispetto ad un anno fa segna di piu pero fa meno assist e non so quanto sia positivo o negativo per la sua squadra o meglio una mia idea cìe l’ho pero finora c’e davvero poco da dire sulla stagione dei durantiani.
    rose e per certi versi simile a westbrook pero mi sembra essere in possesso di un’intelligenza cestitica superiore a lui.
    thunder e bulls stanno viaggiando sullo stesso ritmo pero i thunder sembrano aver piu talento dei tori mentre i bulls sembrano una squadra piu solida sopratutto grazie alla loro difesa.

  29. Alert non si vede?
    Sta cercando Thornton per caso???
    Io lo farei per fargli qualche domanda…o al suo allenatore.

  30. Io invece su Rubio sono abbastanza in disaccordo. Trovo il giovane un ottimo costruttore di gioco, almeno per quanto riguarda la regular season ( con questo voglio dire che voglio vederlo giocare nei playoff, dove la pressione aumenta e non si è sempre del tutto razionali).

    Ma i suoi difetti a livello di scoring sono qualcosa di difficilmente riscrontabile nei giocatori “chiacchierati”; è un incapace totale nel segnare, pure oggi 1/7…

    Se guardiamo poi agli ultimi play di valore, Chris Paul alla sua età faceva 21+11.6, Williams 16+9,3, Rose 25+7.7, Westbrook 22+8…
    Con questo non voglio dire che le statistiche rivelino il vero valore del giocatore, assolutamente, ma sono sempre un indice rilevante.
    Per chi dice che è solo un rookie, si ricorda che ha 2 anni in più della media.
    Per chi dice che agli europei serve un periodo di ambientamento, ricordo che non è vero in molto casi ( Gasol uno tra tanti), quindi sarà il tempo a dirci se per lui sia così o meno.

    Io sto futuro campione non lo vedo neanche col binocolo, voi dite l’opposto; benissimo, vedremo tra qualche anno se avrà messo sù una certa offensività oppure se sarà ancora l’incapace che è ora.

    • se migliora nel tiro da 3 e dopo il dribbling secondo me puo’ diventare tranquillamente un giocatore da 13-15 pts a partita,quello che mi preoccupa molto e’ che quando va in area son dolori perche’ e’ gracilino,non regge i contatti e si prende molte stoppate…con dei giocatori piu’ affidabili offensivamente in squadra (apparte il solo Love) gli spazi per lui si aprirebbero,ora le difese giocano sul fatto che possono lasciare tanti tiri ad altri giocatori e concentrarsi su Love e Rubio…sono fiducioso che migliorera’ al tiro,i liberi gli entrano,deve sveltire la meccanica..

  31. Sarà, ma con Rubio ed Adelman i T’wolves sono passati dall’essere la squadra peggiore della lega ad una squadra Play off

    • Vero, poi se a uno devi aggiungere solo il tiro e poco più ci vuole poco per farlo diventare un all star. La sua visione di gioco e la capacità di mettere in ritmo i compagni non la insegni invece. Prima di Rubio/Adelman Milicic e altra paccottagglia erano appunto….paccottaglia.

    • Rubio da’ tante cose alla squadra che non si vedono nel box score,difesa perimetrale,tanti recuperi,non smette mai di giocare anche quando le azioni paiono morte,ottimo rimbalzista per la posizione che occupa..passaggio e visione di gioco alla Jason Kidd…ieri notte ottimo lavoro su CP3…oops scusate CP2from3! ;)

  32. ammiraglio

    ricky non assomiglierà mai alle pg che citi, ha un modo di giocare completamente diverso e spesso la sua presenza in campo si nota più per come giocano gli altri che per quel che fa lui stesso, invece CP, DW, RW, RR penetrano tantissimo e molti assist li trovano perchè le difese collassano su di loro. guarda gli assist che fa rubio invece, sono figli di un’ottima esecuzione (thanks adelman).

    concordo con te che non sarà mai offensivamente paragonabile a loro, vedo in lui un Kidd + abile nel giocare sulle linee di passaggio grazie a un fisico meno robusto ma più rapido, e non direi che giasone non sia un campione..

    occhio che questo “qualcosina” ha già vinto, son convinto che nei PO non si scioglierà per la pressione

  33. Difficile dire su rubio. Lo vedo più simile a rondo che a kidd, nel senso che son quasi certo che già dalla prossima stagione avrà quasi la doppia cifra in assist, ma in quanto a segnare lo vedo uno da battezzare dai 4 metri in su. Rondo per essere 185cm si fa sentire anche rimbalzo, e con quelle braccia senza senso(credo sarebbero proporzionate per il corpo di un giocatore di 2 mt) anche in difesa sa essere efficace. Rubio che rispetto ai coetanei è un veterano, in attacco non la mette mai, ma non lo faceva nemmeno in europa eh, in difesa sa il fatto suo, ma non vedo questa star assoluta.

    • no secondo me il modo di giocare dei 2 è molto diverso, a ricky proprio di segnare non gliene frega niente! già in europa lo si vedeva spesso scaricare invece che prendersi un tiro comodo..per questo penso a kidd, rispetto al quale però non sono sicuro abbia lo stesso QI cestistico, lo vedo molto + istintivo che lettore della difesa

  34. Io mi spaccavo dal ridere lo scorso anno quando leggevo che Love non aiutava la causa di minnesota ma pensava solo alle statistiche (beh, chiaro…posso prendere un rimbalzo in attacco ma non lo prendo così almeno su playitusa non dicono che voglio solo battere il record di doppie doppie di M.Malone)… ho anche provato a difenderlo in un paio d’occasioni ma in pochi mi davano retta, troppo impegnati a idolatrare quei giocatori che qui nel post sono super over rated (aldrige e co.)…
    Comunque quando disse “punto a diventare la migliore ala grande della lega” tutti a prenderlo per il culo e a dargli del cretino, sbruffone… Trattamento analogo a quello riservato a D.Rose quando disse “mi sono allenato duramente, non vedo perchè non possa essere io L’MVP della lega…” forse qualcuno si ricorda come finì quella volta….

  35. Ok che assomiglia più a Kidd che a Rose, questo è chiaro. Ma Kidd se si trova da solo la palla la butta dentro, questo no

    • Kidd in carriera dal campo ha il 40%, quest’anno tira col 32%, e la percentuale da dietro l’arco l’ha aggiustata negli ultimi 5-6 anni…prima era uno splendido all-around con un tiro neanche troppo affidabile, suvvia! Poi che avesse due palle di piombo per mettere tiri importanti nelle occasioni giuste è indiscutibile, ma non esageriamo adesso…

  36. è inutile paragonare Rubio a Westbrook e Rose, Rubio è un PLAYMAKER, uno che crea gioco per i compagni, Westbrook, Rose, Irving, Wall, Jennings (e ne potrei citare un’altra ventina) sono guardie sottodimensionate con buona visione di gioco ed un playbook mentale da realizzatori puri a cui vengono affidati compiti di regia…è come paragonare Stockton ad Iverson! (con le dovute proporzioni chiaramente)

    • Tutto giusto, con Rose e Westbrook il discorso non vale; peccato poi che la tua teoria non sia valida per Paul e Williams, che sono playmaker a tutti gli effetti, dato che non sta scritto da nessuna parte che il play debba fare solo gioco; se quindi sa anche segnare è un plus, non di certo un difetto.

      • e infatti non mi sembra di aver citato Paul e Williams, o sbaglio?? E’ stata un’omissione voluta dato che quei due sono proprio di un’altra categoria, proprio come Nash.

  37. nota di mercato in un forum… ho letto poco fa

    felton e crawford >>> a Boston per rondo e j. o’neal

    r.allen ai clippers, butler e dooling agli hornets, okafor ai celtici

    mah… i celtici cambierebbero tutto… come la vedete?
    chiarendo che sarà sicuramente una bufala

    • Che nel caso Ainge sarebbe da ricoverare seduta stante, penso sia una bufala, è una roba che non sta in piedi

        • è sicuramente una bufala… oppure è l’inizio di ‘come distruggere una squadra secondo Ainge’

  38. rubio non lo vedo come star assoluta….poi quando parliamo di westbrook , rose e rondo non nominiamo neanche dwill cp3 e nash ….gli ultimi 3 sono ancora di un altro livello

  39. mi discosto dalle discussioni un attimo,scusatemi, ho appena visto per caso un video tributo ad uno dei miei grandi rimpianti della palla a spicchi: vince carter. Giocatore che io adoravo, il più spettacolare che abbia mai visto e con un talento incredibile mai completamente espresso e questo è il mio cruccio più grande. Con una mentalità alla kobe carter sarebbe arrivato a livelli quanto meno simili a quelli del giallo viola: fisico pazzesco, atletismo sconvolgente, Ottima tecnica, capacità di attaccare il canestro, tiro da tre, killer instict da grandissimo (quanti tiri all’ultimo secondo ha messo?) e poi fantasia e spettacolo in campo come nessuno. Credo sia stato il giocatore che più rispecchia lo spirito nba del basket spettacolo. Si parla tanto di griffin che cancella perkins o delle sue schiacciate, Ma carter era di un’altro pianeta, poster a zo mourning o a shaq! O al 2e18francese all’olimpiade, 360 dove e come voleva, di tutto e di più e contro gente alta 20cm più di lui. Detto questo purtroppo la sua carriera è stata mediocre, un pò quello che è successo a t Mac, la testa sbagliata in un corpo e in un talento divino. Un rimpianto.

  40. Ragazzi un giudizio sulla stagionne di Paul? Naturalmente ottima,ha fatto migliorare nettamente il record della squadra……però chi si aspettava qualcosa di più? Io sicuramente si……

  41. Ad occhio nn mi sembra che Rubio somigli a Kidd, per un milione di motivi. Se proprio lo si vuole paragonare ad un giocatore del recente passato, io non riesco ad andare più lontano di JWill, anche lui criticato per anni con le stesse motivazioni di Rubio oggi

    Vero che JWill fin dalla prima stagione ha sempre segnato con un minimo di continuità (e % rivedibili), ma il modo di giocare, la visionarità di alcuni passaggi, il ball handling (ok, JWill era un paio di gradini sopra, ma lo spagnolo è anche lui un vero giocoliere), il fisico, il gusto per la giocata spettacolare…

    Rubio è stato senz’altro un fattore importante per la crescita dei TWolves, ma non vorrei neanche gli si dessere più meriti di quelli che ha, dato che comunque nel record di Minnie ci sono anche Adelman, la crescita di Love, l’impatto di giocatori quali Pekovic o DWill, ed un roster finalmente profondo (vedi lunghezza della panca)

    Su Kidd, certo, ormai si può dire che nn segna più, ma dopo un titolo, ed a 39 anni, ci si può anche stare. Parliamo comunque di uno che per una 15ina di anni non è sceso sotto la doppia cifra di media, che è tra i primi 4 di sempre come bombe segnate, insomma, il canestro lo ha sempre visto piuttosto bene. Poi ok, le % sono state spesso non esaltanti, ma ha 21 anni era discretamente più avanti dello spagnolo come bagaglio offensivo

    Quanto alla difesa, credo che vi siate sbagliati con CP3, o Iverson, che davvero giocano o giocavano sulle linee di passaggio. Kidd è stato uno dei migliori point man della storia nella sua metà campo, nel periodo Suns ed ancora di più in quello Nets, era capace di appiccicarsi come una piattola sia ai playmakers che alle guardie, potendo contare su kili, cm e velocità di gambe e braccia

    Una decina di inclusioni nei migliori quintetti difensivi (che nn saranno la Bibbia, ma qualcosa dicono) stanno lì a dimostrare il suo contributo

  42. il mio rimpianto più grande x quel che mi riguarda invece è T-MAC, nessuno neanche MJ mi ha fatto sobbalzare cosi tante volte dalla sedia x le sue magie…mi viene ancora in mente la partita dei 13 punti in 35 secondi e mi vengono quasi le lacrime! fortunatamente ero live su sky con buffa e tranquillo…( sottolineo che non ho detto che T-Mac era piu forte di MJ, perchè poi so già che qualcuno lotirerebbe fuori)….http://www.youtube.com/watch?v=b_rUfBICiaU

  43. io vorrei dare al Beli quello che è del Beli. Nella pur disastrosa franchigia di new orleans in questa stagione ha trovato una costanza mai avuta fino ad ora; sarà che il livello della squadra è basso, ma il coach ha piena fiducia in lui e sul campo viene ripagato quasi sempre dalle prestazioni di Marco. Non potrà mai avere un impatto pari al quello degli altri due italiani ma comunque in questa stagione, per quel poco che vale, sta dicendo la sua.

  44. ovviamente t mac è un rimpianto ancora più grande di carter che comunque la sua carriera l’ha fatta. T mac al massimo della forma io ,e sottolineo io, opinione solo personale, lo considero persino più forte di kobe. Era basket poesia in movimento, un fisico anche lui incredibile unito ad una classe che ho ammirato in pochissimi altri. Credo proprio che lui e poi carter siano i rimpianti più grandi degli ultimi 15anni di nba.

    • quoto, può essere una bestemmia cestistica ma sono d’accordo che mcgrady al massimo fosse meglio persino di kobe

  45. Giangio

    Batum gioca perchè McMillan ha dovuto cedere su quel fronte. Per il vostro bene è necessario che vi liberiate di lui.

  46. XDeron

    Mi chiedevi di Bargnani e dell’ossessione per Valanciunas.
    La situazione è questa: Valanciunas lo credono molto forte per cui sono eccitati all’idea di avere un centro valido. Gray dovrebbe diventare il backup del lituano che avrà Kleiza come cicerone. Bargnani è in una situazione paradossale perchè l’infortunio (accolto bene dalla franchigia) sta permettendo al coach di valutare Ed Davis. Colui che nei sogni bagnati di Colangelo dovrebbe prendere il suo posto. Purtroppo il ragazzo non ha il talento del romano e difensivamente non è questa roccia. Cosa sta accadendo? Nessuno sa se è pronto e molti si domandano se questa assenza prolungata sia il preludio all’addio entro il 15. Infatti si pensa che non lo si voglia shierare per non alimentare il dissenso in caso di cessione, specialmente se fosse per una scelta o per giocatori non di livello assoluto.

    Quindi si presume che non giocherà fino alla chiusura del “mercato” con i Raptors o da un’altra parte.

  47. E aggiungo pure Steve Francis tra i giocatori che avrebbero potuto fare molto di più, ve lo ricordate? Un anticipazione delle combo guard tanto in voga oggi e un giocatore iper divertente.

  48. Qualcuno sa se i Nets hanno la scelta? Se si potrebbero fare due trade: la prima per Howard e la seconda per Bargnani (includendo la prima scelta). In questo modo avrebbero un quintetto con Williams-Bargnani-Howard che non sarebbe male come base da cui partire. Williams sarebbe contento, Howard pure e Bargnani avrebbe il big fella giocando da 4. Senza discussione.

  49. T-Mac era (uso il passato non perchè credo sia passato a miglior vita cestistica) un pippen (come fisico e potenzialità tecnico atletiche) con molti molti più punti nelle mani. Potenzialmente con un carattere un “tantino” più agonista, spirito di sacrificio (punto in comune di tutti i più grandi) e un fisico sano e non continuamente tartassato, sarebbe potuto diventare uno dei primi 5 realizzatori della storia dell’Nba. 2.05, tiro da fuori stilisticamente quasi perfetto e che partiva da altezze immarcabili, primo passo bruciante, grandi capacità atletiche. Se si cerca un giocatore simil Tman, l’indiziato numero uno è KD. Fisicamente più esile, e probabilmente meno accentratore (impressione creata probabilmente dal sistema di gioco che lo sfrutta più lontano dalla palla e la compresenza di un play-atipico-accentratore come Westrbook.

    Su i Raptors credo che scambiare Bargnani per puntare tutte le fishes su un talento (potenzialmente la scelta numero 1 dello scorso draft secondo me) non ancora testato a livello Nba, corre i rischi di essere molto controproducente. A livello salariale toronto paga errori come gli 8! Mil a johnson.
    Su un eventuale trade bargnani, da tifoso italiano mi auguro molto che ciò accada, cosi che il mago abbia la possibilità di traserirsi in un team migliore e con ambizioni serie rispetto a toronto.
    Credo in particolar modo che il mago come tipologia di giocatore di sposi molto con uno dei tanti play-guardia oramai di moda ultimamente, penetratori e innamorati del pick-roll/pop,con i quali andrea si sposa benissimo per caratteristiche di bidimensionalità.

  50. T Mac comunque come spettacolo visivo era molto più coinvolgente ed esteticamente ammirabile di Durant, giocatore fantastico innegabilmente, ma che non riesce quasi mai ad emozionarmi -pur facendo valanghe di punti e giocate complesse- come appunto un t mac, un kobe prima maniera, un MJ o un Iverson versione Philli.

    • vero durant è al livello dei più grandi o cmq ci arriverà ma non mi emoziona come un kobe un wade un lebron…parlo di quelli attuali ora!!!

  51. no dai francis no…più marburry a sto punto…
    io voto per rafer alston…se avesse fatto su un campo nba quello che faceva al rucker park …

  52. mi ricordo che i Nets la scelta di primo giro quest anno non la abbiano,però hanno sicuramente la scelta di primo giro dei ROckets per via di una trade che coinvolse Terrence Williams….riguardo il paragone Rubio-JWill penso che ci stia,l unica differenza è che Williams proprio cercava sempre e comunque la giocata difficile mentre Rubio l alley oop o il passaggio schiacciato per terra li esegue quando servono a qualcosa,non necessariamente per fare gazosa come faceva l ex Kings (secondo me ancora più spettacolare di Rubio)…

      • vai tranquillo,se pescano la 1 scelgono Anthony Davis anche sa sanno già che giocherà con loro Howard…ogni squadra in questo draft sceglierà al numero 1 il freshman di Kentucky,ora non è sicuro ma è molto probabile che uscirà dopo il suo primo anno…

  53. Tornando al discorso di prima i Nets hanno la possibilità di fare un bel quintetto se si muovono bene. Loro vogliono Howard e l’offerta potrebbe essere Lopez + Okur o Humphries. Per i Magic non sarebbe oro ma non credo che farebbero la vigliaccata di mandarlo dove il giocatore non vorrebbe. Per cui se Howard decidesse per i Nets l’accordo si farà. Bisogna capire se Hedo (scadenza 2014 non garantito) debba essere messo nel pacchetto. Qualora fosse così i Nets potrebbero inserire Okur e Humphries per chiudere l’accordo.

    Con i Raptors potrebbero mettere sul piatto la prima scelta + Farmar o Morrow per Andrea.

    alb3rto
    La cessione per una scelta è un rischio enorme. Inoltre Amir costa alla causa solo 6 mln a stagione, in giro c’è di peggio.

  54. Mai vista una superstar tradata senza il suo consenso e spedita in un posto che non sia di suo gradimento, il concetto vale per Howard, non so se vale per il Mago che credo abbia molti estimatori in giro
    Per lui giocare per la prima volta vicino ad un centro vero e oltrettutto dominante sarebbe un sogno, poi con williams siamo alle lacrime!
    Per me Howard va ai Nats e ho già detto che in coppia co Deron e con altri specialisti e una prima scelta (per me) fa già una contender, con il mago poi…

  55. makauna

    davis è cresciuto 20 cm in un solo anno, aggiungendosi al clan dei vari rodman e camby!

  56. TMac aveva un potenziale infinito, e di risultati NBA ne ha ottenuto qualcuno (2 titoli di miglior marcatore, inclusioni nel 1° quintetto, etc). Però ricordiamo anche che gli infortuni hanno iniziato a diventare una costante solo dopo la prima stagione coi Rockets, e cronici dopo il 2008

    Ed in mezzo a tante prestazioni di livello, anche allora le critiche non mancavano, sulla sua reale concretezza ed efficacia quando il livello si alzava. Seppur innamorato, come chiunque, del suo stile, dei suoi movimenti, del suo potenziale, nel corso degli anni aveva iniziato a starmi abbastanza sulle palle, per il suo atteggiamento (si parla di LeBron buffone, ma TMac, dopo ogni schiacciata o canestro, aveva una faccia da “si si, sono un vero figo”, il tutto senza aver mai passato il 1° turno di PO), per la sua impalpabilità quando contava (e non si può citare per sempre i suoi 13 punti in 35″, perchè al di fuori di questo, di sue giocate clutch ne ricordo poche)

    Gli ultimi 3-4 anni sono stati un calvario, anche se a loro modo mi hanno lasciato qualche dubbio anche loro. E’ evidente che il ragazzo abbia dei danni strutturali, ed abbia perso molta esplosività, come è evidente che, rispetto ad altri campioni, TMac non sia mai stato un cuor di leone, nè abbia mai avuto una soglia molto alta di sopportazione del dolore

    Non so, lo reputo un grande incompiuto, ed il suo modo di fare non mi ha aiutato a fare il tifo per lui

  57. Julius giusto un anno fa deron williams spedito nel new jersey…
    senza perdere tempo a spulciare mi viene in mente anche un Webber, non proprio felicissimo, per usare un eufemismo, di essere impacchettato e spedito a sacramento

  58. OT è la prima partita di calcio che guardo in questa stagione ma se il milan uscisse direi che stasera potrei andare in giro a fare il carosello!

  59. Non vedo perché orlando debba dar via howard per uno che si è di nuovo rotto(anche se stavolta solo tre settimane fuori dal parquet) più un ex giocatore come okur. a quel punto tanto vale lasciarlo andare a giugno. O magari darlo a boston per rondo

  60. Griffin-Love
    Non amo nessuno dei due anche se riconosco del talento fuori dal comune. Preferisco Love per la sua capacità di segnare ovunque, da tre fino al pitturato, tirando i liberi sopra 80%, prendendo una valanga di rimbalzi (dote naturale come pochi) senza saltare granché.

    Griffin è potenza pura a cui sta aggiungendo dei movimenti offensivi. Sta migliorando anche se rispetto a Love non ha le mani dolci. I liberi sono un problema bello grosso comuni a molti centri/big man (Howard-Shaq-Jordan(Clippers)…).

    Non so quale sarà l’evoluzione futura dei due, ma è scontato che Love non punterà mai sul fattore muscoli/elevazione che pagherà molti dividendi. Anche sopra i 30 anni, se non avrà infortuni potrà giocare come oggi con un bagaglio tecnico migliorato. Griffin ha dei limiti in parte nascosti dal fisico da freak. Se migliorerà tecnicamente potrà fare una carriera notevole un pò come Malone (Karl) con tutti i distinguo del caso.

    DeAndre intanto fa panca quando conta. E’ bastato l’arrivo di Kenion (non un fenomeno) per retrocederlo nella gerarchia.

      • Ho parlato della gara spendendo una frase…….ehehheheheh

        C’era poco da dire.

        Stiamo tornando! Ora c’è l’ufficialità del consiglio che con 7 voti a 2 ha dato il via libera al progetto. 2015 sarà l’anno della nuova arena.

        Sono contento perchè elimineranno una discarica a cielo aperto nel centro cittadino. Oltre all’arena si costruiranno alberghi, palazzi ad uso residenziale e commerciale. In un progetto si è salvato lo sport e dato impulso all’economia locale.

Commenta