La giornata di ieri al Saratoga Race Court (New York State) sarà ricordata per molto tempo a venire.

Il programma prevedeva una degli eventi più importanti dell’anno, vale a dire la Travers Stakes (lunghezza: 1 miglio e 1/4 – montepremi: 1 milione di dollari): la corsa, giunta alla 143esima edizione, presentava al via undici cavalli.

Alla vigilia il logico favorito era Alpha (morning line: 5-2), già vincitore di tre corse nel 2012, tra cui il Jim Dandy un mese fa a Saratoga: possibili outsiders erano Nonios (4-1), Nick N’ Neck (9-2) e Street Life (5-1).

All’inizio, Speightscity e Stealcase hanno guadagnato le posizione di testa, mantenendole fino a metà dell’ultima curva.

Poco prima del rettilineo finale, Alpha e Golden Ticket (20-1) hanno attaccato e si sono staccati dal resto dei cavalli. Golden Ticket ha preso un vantaggio e pareva avviato ad una sorprendente vittoria. Tuttavia, in prossimità dell’arrivo è stato avvicinato e raggiunto da Alpha: i due cavalli hanno superato la linea nello stesso momento, quindi è stato necessario consultare il photo finish per stabilire il vincitore.

Dopo qualche minuto, i giudici hanno assegnato la vittoria ad ex aequo ai due cavalli, quindi per la prima volta nella ultracentenaria storia della Travers Stakes, si è verificato un dead heat. Al terzo posto si è piazzato Fast Falcon (20-1), un altro cavallo non atteso alla vigilia.

Prima della Travers Stakes, si sono corse altre due corse Gr. I, entrambe con un montepremi di 500.000 dollari.

La King’s Bishop Stakes è stata vinta da Willy Beamin (10-1), davanti a Fort Loudon (12-1) e Unbridled’s Note (10-1); molto deludenti i favoriti Currency Swap (5-2), Trinniberg (7-2) e Gun Boat (5-1), giunti rispettivamente sesto, nono e decimo.

La Test Stakes (riservata a femmine di 3 anni) è stata vinta da Contested (2-1). La favorita della vigilia si è aggiudicata il primo posto staccando di due lunghezze Gipsy Robin (15-1) e Beautiful But Blue (10-1).

Post By Stefano Quaino (30 Posts)

Connect

Commenta