INDIANA 118 – MILWAUKEE 109

Gli Indiana Pacers si assicurano il fattore campo almeno nel primo turno dei playoff vincendo in casa contro i Bucks. Granger (29), West (21) e Hill (22) combinano per 72 punti con 24-46 complessivo dal campo. Per i Bucks 5 giocatori in doppia cifra, Jennings da 27 punti e Dunleavy da 23 non bastano a fermare i padroni di casa. Situazione critica per Milwaukee che adesso vede allontanarsi quasi definitivamente l’ottava moneta.

DETROIT 80 – MINNESOTA 91

Vittoria inutile per i TWolves che si riscattano dalla striscia negativa nell’ultimo mese vincendo ad Aupburn Hills. Game high per Pekovic con 23 punti e nel complessivo 5 giocatori oltre i 10 punti per Minnesota.

NEW ORLEANS 105 – HOUSTON 99 (OT)

Sconfitta che sa tanto di esclusione dai playoff per gli Houston Rockets, ora con un record di 32-31. Eric Gordon torna in quintetto per New Orleans e mette a referto 27 punti, relegando Belinelli in panchina (13 punti in 15 minuti per Marco). Per Houston non bastano i 23 di Dragic e i 22 di Budinger.

PHOENIX 93 – LOS ANGELES CLIPPERS 90

Phoenix continua il duello a distanza con Utah per l’ottavo posto a ovest e ottiene una vittoria cruciale. A far la differenza la scarsa percentuale da 3 punti dei Clippers che tirano solo il 31% oltre i 6.25. Gortat chiude con la solita doppia doppia da 14+14 e Nash un po’ sottotono chiude con 13 e 6 assist. Per gli ospiti non bastano le doppie doppie di Paul (19+10) e di Griffin (16+11).

MIAMI 83 – CHICAGO 72

Nella rivincita dello scorso venerdì gli Heat si prendono la vittoria per riavvicinarsi in testa alla Eastern Conference.  Privi di Rose, i Bulls non riescono ad arginare la potenza fisica di LeBron che chiude con 27 punti, 8-18 dal campo, 11 rimbalzi e 5 assist. Wade aggiunge 18 punti alla causa di Miami e Chalmers altri 16. Per i Bulls team high per John Lucas uscendo dalla panchina con 16 punti, uno in più di Noah. Chicago conserva ancora una vittoria di vantaggio per il primo posto ad Est con 3 partite ancora da giocare.

Post By Francesco Grazioli (62 Posts)

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

58 thoughts on “NBA – Rivincita Heat, sconfitta pesante per Houston, Indiana terza a Est

  1. Fa male dirlo (:P) ma Lebron stasera era indomabile, sopratutto perchè (oserei dire finalmente) ha cominciato a penetrare, mettendo dei circus shot incredibili con ripetuti 2+1. Continuo ad ammirare comunque questi Bulls di nome e di fatto che riescono con giocatori come Lucas, Asik, Watson ,Brewer e Korver a giocarsela e ad essere in testa. Miami ha avuto a tratti un’ottima circolazione di palla, con passaggi velocissimi. Se il gioco rimane questo sarà dura per tutti.

    Chicago senza Rose rimane un’ottima squadra allenata dal miglior allenatore (insieme a Pop) attualmente in circolazione, ma non da titolo. Potrà accentrare il gioco, potrà penetrare a caso o quello che volete, ma senza Rose l’unica cosa che ci distingue da una squadra come Indiana (piena di buoni giocatori) è solo l’allenatore. Speriamo che il nostro #1 sia almeno all’80% per i PO.

    Clippers: vincono e perdono contro chiunque…potrebbero arrivare in finale di conference come essere fuori al primo turno, ma ho come l’impressione che con Paul si può andare lontano.

  2. il risultato significativo della serata di ieri è senz altro la vittoria dei suns sui clippers…una vittoria lakers stanotte significherebbe ipotecare la terza posizione ad ovest(spurs permettendo ovviamente)…intanto howard si opererà quindiaddio playoff e probabilmente olimpiadi…quindi c’è la possibilita che team usa gareggera per difendere la medaglia di 4 anni fa senza un centro di ruolo(anche se credo che almeno uno alla chandler lo porteranno)

  3. Molto strana la “dipartita” di howard. Prima fa sapere pubblicamente di non voler giocare per van gundy, e poi il suo infortunio diventa improvvisamente così serio da doversi operare saltando il resto della stagione, playoffs inclusi…Mah! I magic privi di DW non vedo come possano vincerne più di una contro i pacers…

    Resta aperta la sfida per il miglior record NBA, che per alcuni pare uno sfizio inutile mentre nei fatti è la migliore garanzia possibile per chi vuole fare strada nei playoffs. Negli ultimi anni sembra quasi che avere il miglior record nba non sia un obbiettivo molto importante. Come se fosse un traguardo che non vale la pena di raggiungere rischiando le stelle. Ricordo che i Bulls di jordan vinsero 72-69-62(“solo” 62 perché pippen giocò metà stagione…) e jordan, che vista l’età, ed il record di vittorie inattaccabile, avrebbe potuto riposarsi, invece lui e gli altri hanno sempre giocato fino all’ultima gara. Come lui fecero malone e stockton a 35 anni suonati. Boh, oggi se un team può far riposare le sue stelle sapendo di poter perdere il fattore campo nelle finals non ci pensa due volte, si prende il rischio(enorme) di giocare le finals con un grosso svantaggio.

  4. A Houston butta male. Persa un’altra gara sul filo di lana. Salvo miracoli sportivi sono fuori dai PO.
    Comunque un elogio enorme a MacHale e a i suoi ragazzi. Squadra giovane con prospettive.
    Dovranno prendere delle decisioni sul dualismo Lowry-Dragic e vedere di sbarazzarsi di Kevin Martin all’ultimo anno di contrato.
    Nella peggiore delle ipotesi nel 2013/14 avranno 12 mln abbondanti di spazio salariale in più.

    Vittoria importantissima dei Suns contro i Clippers.
    Gara tirata fino ala fine decisa da un errore da tre di Mo Will e da una stoppata importante
    (avvenuta prima del tiro da tre) di Telfair su Paul.
    La mossa dello staff tecnico di mettere Sebastian su Paul per contenerlo è valsa la gara.
    Paul che è statisticamente tra i tre migliori clutch player della lega.

  5. I Pacers sono terzi alla grande. Squadra lontano dai radar che ha un roster lungo,
    coperto in tutti i ruoli con addizioni importanti in vista dei po.
    L’arrivo di Barbosa e specialmente quello di West danno una dimensione al gruppo veramente interessante.
    Attenzione che questi saranno una brutta bestia.
    Già lo scorso anno diedero fastidio ai Bulls giocandosi 4 gare su 5 alla pari.

    Se le posizioni rimarranno così, affronterebbbero dei Magic privi di Howard.
    In stagione regolare sono andati sotto, ma scommetto il dollaro/euro che se ci sarà la serie non si andrà oltre le 4/5 gare a favore loro. Forse anche ad est potremo avere delle serie interessanti e non aspettare fino alla finale di conference. A me serie come Heat-Celtics e Bulls-Pacers non le vedo così scontate.

    Tornando alla gara contro i Bucks che dire: sono sempre stati in controllo. I Bucks come i Rockets, giocano, danno l’anima senza cavare un ragno dal buco. Loro in special modo subiscono una valanga di punti senza avere più di due giocatori in grado di metterla con continuità. Altra annata nel limbo.

    • come la vedi la dipartita di DH in vista di playoff-olimpiadi? si era vociferato di un abbandono a causa di van gundy invece sembra una cosa più seria del previsto..

  6. Heat facili. Senza Rose, i Bulls sono impotenti. Ci sarà bisogno del numero 1 al meglio per dare un
    senso alla stagione.

    Chi è una delle squadre più calde della lega? Gli Hornets. 7-3 il record non necessariamente frutto di vittorie contro delle squadrette. Nuggets, Jazz, Grizzlies e Rockets e perso di due contro i Lakers.
    Non male come finale. I Kings ringraziano. Un altro sforzo e i californiani potrebbero
    ritrovarsi col 3° peggior record. Niente di cui essere fieri.

  7. I playoff a est potrebbero essere più interessanti del previsto. Almeno dal secondo turno.
    Indiana gioca bene, non ha la superstella pero gioca bene e ha un centro decente. Lo dico da inizio stagione che son forti… Ok lo dicevo anche di phila…
    Cmq una serie loro contro gli heat me la guarderei di gusto. Magari gli manca quel minimo di talento in più, a meno che granger non riesca ad alzare il livello ai playoff. Hibbert può dominate nel pitturato degli heat. Poi magari escono sweepati pero…
    A ovest non mi pronuncio pero vorrei lakers grizzlies ma mi da che sia impossibile prima delle finali di conference.
    Secondo me sarebbe una serie fantastica

  8. Chissà come mai tutti se la pigliano con Griffin, alla fine non protesta quasi mai ed è abbastanza corretto. Che poi ti girino se ti schiaccia perennemente in faccia ok, ma non è colpa tua :D FORZA GRIFFIN!

  9. è tutta da vedere se Orlando incontrerà indiana. hanno tre trasferte a ovest con squadre in lotta PO. faranno sesti i knicks e per indiana del simpatico Granger saran dolori…peggio per lui

  10. E’ talmente dominante che devono necessariamente prendere le contromisure.
    Alcuni atteggiamenti da scimmione ingrifato potrebbe risparmiarseli, ma non credo sia facilissimo contenersi quando giochi con quella fisicità e quell’intensità.

    Houston sta letteralmente gettando al vento una grande stagione e se Utah non vince stanotte contro i Magic dovremo sorbirci i Suns ai Playoff.
    San Antonio-LA deciderà in linea di massima gli accoppiamenti del primo turno (in fatti il 24 sembra in rampa di lancio) e si prospetta un Lakers-Memphis da cardiopalma.
    A Est ruota tutto intorno alle prime 2 posizioni.
    Fossi Miami e Chicago farei di tutto per arrivare col record migliore, non tanto per il futuro fattore campo, ma per gli accoppiamenti successivi.
    Phila alle barbe meglio di una pericolosa e faticosa New York.
    Successivamente, ipotizzando che atlanta e orlando mantengano il loro status di incomplete, una Boston è probabilmente più abbordabile dei lanciatissimi Pacers..
    Let’s see..

  11. Ma tutti credono che sia meglio arrivare primi ad est invece che secondi? Se finisci primo hai si il fattore campo fino alle finals ma prendi prima i Knicks di Super Melo e poi Boston!!! Secondo me se finisci secondo e vai prima a Philli e poi in Indiana sei più tranquillo…

    Ad ovest saranno PO da pazzi!!! A 3/4 gara dalla fine ancora ci sono 3 accoppiamenti in ballo e di serie senza probabile gara 7 c’è solo OKC-Denver. Se dovessi puntare 10€ li metterei sui vecchi Spurs che dovrebbero pagare anche benino per l’anello XD

    • I knicks attualmente sono settimi e finiranno con la seconda….phila stai pur certo che non recupera su NY

  12. Se lo scimmione ingrato fosse stato Ron Ron a quest’ora avremmo molti meno giocatori imbecilli nell’NBA. Vedi Jason Smith o Robin Lopez, qualcuno dovrebbe comunicargli che come giocatori di basket non valgono la morbidezza di tiro di Noah, forse sarebbe meglio per loro darsi all’ippica, come cavalli però.

    • Hai ragione errore mio cmq resto convinto che sia moooolto meglio prendere i Pacers che Boston al secondo turno

      • Bè certo, ai PO l’accoppiamento Indiana-Orlando senza DH fa un po’ ridere. Penso saranno carichi perchè a entrambe può andar bene e possono superare un turno, cosa insperabile con altri accoppiamenti. Ma siamo sicuri che Boston passi facile su Atlanta?
        Per me vinceranno i celtici, però Atlanta ha un record migliore pur essendo al quinto posto e uno dei migliori J.Smoove mai visti in questi anni.
        Non sono informato su Ray, cos’ha? recupera per i PO? Senza Ray vedo meglio gli Hawks. Johnson Harford e Smith non sono semplici da tenere, in più hanno un gioco di squadra molto solido. Sono cazzutissimi.

        • Su Indiana-Orlando hai ragione serie da sweep o al massimo 4-1.
          Boston passa facile perchè Atlanta è senza Horford altrimenti era una serie da 7 cmq 2 ne può portare a casa Atlanta.
          Ray è semplicemente in naftalina visto la veneranda età. Il vero problema è che gli Hawks non hanno nessuno che marchi Rondo altrimenti come accoppiamenti se la giocano eccome e poi come ho gia detto gli manca Horford.

          • Rondo non lo tiene nessuno a priori….ma da quand’è che si prende 4 tiri da 3 a partita e ne mette pure un paio? Non è un tiro su cui fare affidamento, ma è evidente che si è fatto un bel culo per migliorare il suo range di tiro.

  13. onestamente senza l’ infortunio di Howard e degli Hawks i play off più interessanti sarebbero stati all’Est, ormai credo che il sorpasso Est nei confronti dell’Ovest sia molto vicino come qualità media. Basta vedere che mentre prima si andava ai play off a Ovest con 50 vittorie e a Est abbondantemente sotto il 50%, ora invece le squadre all’ottavo posto hanno lo stesso record.

    • Non credo proprio se sei ad ovest hai un calendario molto più difficile, per esempio hai solo new horleans e Kings come squadre “materasso” (Monty e truppa sono 7-3 nelle ultime 10… fanculo al Tanking…) mentre ad est ci sono Charlotte, New Jersey, Toronto, Detroit, Cleveland ed anche Milwaukee…. non propriamente tanta roba. Pensa se Utah, i Suns e Houston fossero ad est?! non sarebbero da PO??? Anche Portland e Minnie al completo penso potessero essere in corsa ad est. Al contrario i Knicks, Philly, Orlando ed Atlanta col cavolo che vanno hai PO ad ovest (almeno non con tranquillità come ad est), tu gli vedi gli Hawks 4/5 ad ovest? Io neanche per sbaglio. Che il margine si stia assottigliando e probabilmente si annullerà tra un paio di anni quando gli Spurs, LA e Dallas chiuderanno il loro ciclo vincente è probabile ma ancora adesso a mio modesto parere c’è un abisso tra Est ed Ovest.
      Che ne pensate? Tutti in disaccordo? XD

      • Per me hai ragione. Perché molti non considerano (o forse non sanno) come sono divise le partite nel calendario NBA. Non giochi lo stesso numero di partite contro ogni squadra.

        Si va da un massimo di 4 (se il team è nella tua stessa division) fino ad un minimo di 2 se il team è nell’altra conference.

      • Secondo me sono li, anche se un po’ meglio l’ovest. Tieni conto che Phoenix è ai PO, che è scandaloso almeno quanto Phila, che fino a qualche settimana fa era quarta davanti a Boston O_O Concordo che le squadracce citate da te a est, ma a ovest vanno avanti un po’ per fama. Golden State, Kings e NOLA sono paccottaglia, Portland post-smantellamento è quasi paccottaglia e Houston è un po’ come Phila, buoni giovani, ma avendone meno dei 76ers sono solo decimi. Utah e Minnesota nei prossimi due anni devono fare bene nel mercato, altrimenti rischiano di bruciare tantissimo talento.

        a Minnesota Rubio cambierà la franchigia insieme al miglior Love mentre a Utah devono per forza sacrificare uno dei loro ottimi lunghi per una guardia con punti nelle mani, alla fine Harris non sarà un top nel ruolo ma è nel contesto fa il suo lavoro senza troppi isolamenti

  14. Domanda: ho visto Miami-Chicago… Secondo voi Wade e’ in forma, sia fisicamente che psicologicamente? Io e’ un po’ che non lo vedo al max, sottotono, anche come aggressività.. Voi che dite?

    • Secondo me si tiene in vista dei PO tanto adesso è in formissima LBJ e basta ed avanza per le ultime partite di regular

    • Fisicamente mi sembra in forma, ovvio, non scattante com’era un tempo, ma in grado comunque di penetrare in mezzo a 4 e fare 2+1. Psicologicamente non mi sembra molto a posto invece, spesso fa errori degni di uno come Mbenga, che non dovrebbe fare neanche sotto effetto di stupefacenti.

      Ma in generale gli Heat, dato il gioco/coach, sembrano abbastanza squilibrati mentalmente. Con un Pop o un Thibo questi avrebbero un record di 60-6 probabilmente

      • Ammetto di non aver visto ogni partita, ma le ultime 2 coi bulls si… Nella prima ha trotterellato x i primi 3 quarti per poi ingranare alla fine… Stanotte era sottotono e poi ha ingranato dopo qualche scaramuccia con rip Hamilton. Poi e’ ovvio che voglia dare il meglio nei playoff e ora si tenga mentre Lbj continua a marce alte per vincere l’mvp, pero’ boh, mi sembra spento, ma probabilmente alla prima dei playoff ne mette 40 e mi zittisce =)

    • secondo me si sta risparmiando x i PO inizia ad avere i suoi annetti anche lui, mwglio essere al 100% tra 15 giorni che ora….poi ha subito molti infortuni quest’anno che sicuramente gli hanno fatto perdere continuità

  15. concordo e sono sicuro che i prossimi anni est migliorerà ancora con squadre come i nets che se non smobilitano tutto possono rendersi pericolose….

  16. Ma a parità di record tra miami e chicago come funziona visto che sono 2 pari negli scontri diretti?
    Guardano la differenza punti? beh Miami è in vantaggio di un solo punto!!! Ditemi che non è cosi.

    • credo che guardino il numero di vittorie con le altre della division. lo dicevano stanotte i telecronisti americani. se miami le vince tutte e chicago perde con indiana va avanti miami. ma se chicago per de con un’altra restano avanti i bulls.

  17. Indiana come i Grizzles dell’anno scorso, mina vagante clamorosa, possono buttar fuori chiunque o comunque far penare assai

    • secondo me con miami e chicago (con rose) non hanno speranze.

      e anche i celtics li batterebbero facile.

      e forse pure new york. ricorda che memphis l’anno scorso aveva randolph in stato di grazia. e una grande organizzazione difensiva. gasol in grande crescita e battier-allen come cani da guardia.

      indiana mi sembra molto inferiore.

  18. Forse ti sei scordato la serie coi Bulls dell’anno scorso, 4-1 ma serie equilibratissima, quest’anno hanno un West in più che si accoppia benissimo con Hibbert, e il record stagionale parla chiaro

      • i Pacers sono molto meglio dell anno scorso,Hibbert è migliorato ancora,non avevano George Hill e Barbosa dalla panca e David West è tutt’altra cosa rispetto a Psyco T…chiunque giochi contro di loro avrà filo da torcere questo per me è sicuro…il loro punto debole resta Collison però sono una delle squadre più fisiche di questo campionato,ai playoff peserà e non poco

  19. Un vero peccato, questi playoffs ad est parevano davvero competitivi, invece, orlando senza howard perde ogni credibilità, i sixers non fanno paura a nessuno, e c’è il serio rischio che anche i bulls senza rose non facciano soffrire nessuno. Non guardate la rs, nei playoffs l’assenza o l’impiego di un rose al 50% lo paghi di brutto.

  20. Indiana fa paura perché ha 8 giocatori in grado di andare in doppia cifra ogni sera, e in più hanno anche una stella come granger in grado di segnare quando conta.

  21. guardando le varie partite rimanenti e soprattutto gli scontri stagionali tra le diverse squadre le griglie saranno cosi.
    1 CHICAGO
    2 MIAMI
    3 INDIANA
    4 BOSTON
    5 ATLANTA
    6 ORLANDO
    7 NEW YORK
    8 PHILADELPHIA
    chicago anche se un pò in fase calante finirà prima,anche dovendo perderne una contando che miami ne vinca tutte, ma come record vs altre squadre conference con + del 50% è messa meglio…
    boston 4′ anche ipoteticamente potrebbero pure essere superati da atlanta ma per la division passano loro
    orlando ny philly, quest’ultima 8′ ny e orlando rispettivamente 7 e 6 perchè anche con un record finale di 1-3 i magic sarebbero sesti,e quella vittoria sarebbe pronostica nel match casalingo vs charlotte,perciò…

  22. guardando le varie partite rimanenti e soprattutto gli scontri stagionali tra le diverse squadre le griglie saranno cosi.
    1/2 SAN ANTONIO OKLAHOMA
    3 LAKERS
    4/5 CLIPPERS MEMPHIS
    6 DALLAS
    7 DENVER
    8 UTAH
    san antonio oklahoma chi prima? i lakers decideranno chi arriverà prima e chi seconda, mentre gli stessi lakers anche perdendo 2 su 3,e cioè con un record tot di 25 L,agguanterebbero memphis(che finirà presumibilmente proprio con 25 L e i clippers anche loro messi uguale probalbilmente)… con gli scontri diretti i lakers sarebbero terzi perciò già ora si può dire che saranno terzi la battaglia sarà per il fattore campo tra clippers e grizzlies…
    dallas,anche se finisse con lo stesso record di denver,sarebbe sesta (3-1 in stagione)…
    ottavo posto tra utah (calendario più facile) suns (calendario più difficile) e i rockets(ma ormai per me fuori salvo miracoli)

  23. Mi pare che gli Spurs siano 2-1 nella serie contro OKC quest’anno, quindi a parità di record vanno avanti loro…

  24. L’ovest è sempre migliore dell’est anche se i Mavs, Spurs e Lakers imploderanno. Squadre come i Wolves, Blazers, Rockets, Kings e NO saliranno di livello in modo notevole rendendo la conference la solita tonnara. A queste squadre non mancano 3/4 pezzi per diventare pericolosi perchè l’ossatura c’è. I NO che sembrano dei fessi, hanno giocato senza Gordon (24 a gara), senza Kaman (sputaci sopra) e Okafor. Con loro abili lottavano tranquillamente per i po. I Kings hanno tanto talento, una scelta altissima e spazio salariale abbondante. I Rockets sono già competitivi così, giovani e con spazio salariale. Jazz dovranno cambiare qualcosa ma sono interessanti come gli stessi Wolves che si sono eclissati dopo gli infortuni. L’anno prossimo Love-Rubio -Pek e soci saranno un bruttissimo cliente. I Blazers hanno due scelte alte, spazio salariale, nuovo coach. Cosa gli manca a questi per vincerne 45/50 con due prese decenti? Ovviamente le scelte e il mercato inciderà molto sulle prestazioni senza però prevedere per loro recordo da 20 W. Senza dimenticare che i Mavs e i Lakers avranno denaro per acquistare i pezzi grossi. Non sperate che queste tra 2/3 anni saranno da lottery. Forse rischiano gli Spurs perchè non proprio un mercato ambito.

    Ad est ci sono i Bobcats disastrati, i Wizard sono un’accozzaglia di giocatori con poco senso, Toronto forse farà qualcosa, tutto da dimostrare, Detroit ha qualche speranza come i canadesi mentre i Nets fanno schifo. Bucks incompiuta, Cleveland ha del talento anche se in una conference deboluccia fanno una discreta figura. Tutte queste squadre hanno troppi punti interrogativi per diventare decenti in un anno. Rispetto a quelle dell’ovest c’è molta più strada da fare.

    Se poi parliamo di eccellenza assoluta ad est ci sono due/tre nel futuro (Bulls/Heat/Knicks), Celtics un’incognita bella grossa con i Pacers che sono ad un giocatore per diventare una rogna.

    A proposito dei Pacers. A me sembra che siano sottovalutati e che si dia più credito ai Knicks come mina vagante. Ne siete certi?

    Ho la presunzione di pensare che questi possano battere i Bulls in semifinale. Ovviamente non ritengo i magic in grado di batterli al primo turno.

    • in effetti dalla piega che ha preso questo campionato si preannuncia una western conference ancora più competitiva,le squadre nonsense a est sono ancora varie…l’unica che in prospettiva vedo maluccio è Phoenix se va via Nash e forse gli Spurs senza TD e Ginobili,ma come al solito la loro dirigenza scaltrissima li aiuterà a restare competitivi almeno un minimo…per come la vedo io Indiana già ora è una rogna…non vinceranno il titolo ma hanno tutte le carte in regola per fare un brutto scherzo a una delle contenders dell Est…

      • Sui Pacers l’ho detto e condivido il tuo punto. Questi sono profondi e talentuosi. Fossi ai Bulls non starei tranquillo perchè a parte Rose negli altri ruoli non hanno dei vantaggi. I Pacers non hanno stelle ma tanta gente con punti nelle mani con un anno di esperienza ai po. Poi l’arrivo di West e Barbosa darà una mano a gestire i momenti importanti.

  25. Ma che fine hanno fatto i lunghi dei celtics oltre KG,bass e stiemsma? Wilcox ha problemi al cuore e lo so ma j o’neal e jajuan johnson dove sono finiti?

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.