321-15vuMP_AuSt_55-e1380542381178Baltimore Ravens 20 @ Buffalo Bills 23

Partita pazza quella tra i Bills e i Ravens, che vede vittoriosa la compagine guidata da EJ Manuel. La partita si mette subito male per Baltimore, con Flacco protagonista in negativo, autore di un career-worst da ben 5 intercetti. Prima della serata di ieri la prestazione con il numero maggiore di intercetti subiti fu contro i Bengals a quota 4. A nulla è servita l’ottima partita disputata da Torrey Smith, autore di 5 ricezioni per 155 yds, con un big play da 74 yds e una segnatura su ricezione da 26 yds.

Per quanto concerne i Bills partita sostanzialmente discreta per Manuel, che chiude con 10/22, 167 yds, 1 TD e 2 INTs. Ma gli eroi assoluti sono stati Aaron Williams e il rookie LB Kiko Alonso, entrambi autori di 2 intercetti ai danni di Flacco. Il secondo in particolare ne effettua uno a 57 secondi dalla fine, che ferma così il drive della speranza della squadra di Harbaugh, mettendo il sigillo sulla seconda W stagionale di Buffalo. Da registrare anche le 213 yds totali su corsa percorse dalla squadra di casa, visto che i campioni uscenti ne hanno lasciate per strada solo 224 nelle prime 3 uscite.

Cincinnati Bengals 6 @ Cleveland Browns 17

La svolta che non ti aspetti. Ecco quello che succede se in una squadra da fondo della classifica mandi via il miglior giocatore offensivo in squadra, mandi in panchina il QB titolare e lo rimpiazzi con il ragazzino di casa, Brian Hoyer, che da sempre sogna di vestire quella maglia. Tutto questo sta succedendo in Ohio, in quel di Cleveland, dove i Browns, dopo una partenza da 0-2 si ritrovano sul 2-2 grazie ad una vittoria sui Cincinnati Bengals.

Prima uscita casalinga assolutamente da ricordare quindi per il suddetto Hoyer, che chiude con la bellezza di 25/38 per 269 yds e 2 TDs, lanciati per Cameron e Ogbonnaya.

Tutt’altra storia per i Bengals, che affrontano il classico frustrating-day. Cincinnati infatti non riesce a macinare yds, soprattutto sull’asse più pericoloso di cui dispongono: Dalton-Green. Il target preferito di Dalton infatti riceve solo per 51 yds con 7 palloni, senza nessuna segnatura. Pessima giornata ancora nel reparto corse: Green-Ellis percorre solo 13 yds in 6 portate (4 la più lunga) e la sorpresa Giovani Bernard 37 yds in 10 portate (6 la maggiore). Situazione molto in bilico per quanto riguarda ora la AFC North, che vede sul 2-2 Ravens, Bengals e Browns.

Chicago Bears 32 @ Detroit Lions 40

Big scoring game al Ford Field di Detroit, dove i padroni di casa agganciano in testa alla Division i rivali della Windy City. Dopo un primo quarto a basso contenuto adrenalinico, i Bears si portano avanti in apertura di 2°, grazie ad un ottimo play-calling che favorisce il TD di Matt Forte.

Di risposta la fortuna aiuta Matthew Stafford che, dopo vedersi sfuggire la palla di mano, la ritrova quasi per caso, realizzando direttamente sulla goal line il TD del vantaggio definitivo di Detroit. Da lì in poi disastro Bears, che chiudono il primo tempo sotto di ben 17 punti. Grazie ad uno dei 3 intercetti subiti da Cutler, i Lions con una ricezione in end zone di Calvin Johnson, realizzando 14 punti in 21 secondi.

Partita fantastica per Reggie Bush, che corre per 139 yds in 18 portate con una media di 7.7 e realizzando un’incredibile TD da 37 yds. Da segnalare anche, dopo 3 partite senza effettuarne nessuno, i primi 2 sacks stagionali per Ndamukong Suh.

Dopo questa vittoria i ritrovati Lions, in testa alla pari proprio con i Bears, hanno importanti ambizioni di Division.

Seattle Seahawks 23 @ Houston Texans 20

Se cercate qualcuno che fa di tutto per gettare via una partita, chiamate pure Matt Schaub. Il QB dei Texans, dopo una partita che li ha visti in vantaggio per parecchio tempo, si fa intercettare quasi allo scadere da Richard Sherman, che porta la palla direttamente in end zone, riportando il match in parità.

Nei primi 3 quarti di gioco Russell Wilson non ha giocato ai suoi soliti livelli, ma dimostra una calma incredibile quando riporta sotto la squadra grazie a 3 corse incredibili, una delle quali su 4rd & 3 in redzone con cui riesce a procurarsi al limite un fondamentale primo down, su cui Marshawn Lynch realizzerà il primo dei 2 TDs del pareggio.

In overtime decisiva sarà una penalty da 15 yds a sfavore dei Texans, che porta al FG decisivo per la quarta W consecutiva per Pete Carroll. Inutile una partita tutta cuore disputata da JJ Watt con un naso rotto.

Indianapolis Colts 37 @ Jacksonville Jaguars 3

Sulla carta forse la partita meno in discussione di tutta la Week. Dopo un accennato vantaggio su FG dei Jaguars, si scatenano i Colts, che intercettano 3 volte Gabbert e guidati da 2 TDs di Luck, si portano sul 3-1 in testa alla AFC South, alla pari con i Titans.

Nonostante la larga vittoria, i Colts non si sono dimostrati in grado di giocare tranquillamente, al solito delle loro capacità, anche sul 20-3 a metà partita. Tuttavia Luck lancia per ben 260 yds e i suddetti 2 TDs, Richardson realizza 1 segnatura, il solito Reggie Wayne riceve 100 yds in 5 lanci con 1 TD.

Partita da dimenticare per i Jaguars, dove il miglior corridore è Jones-Drew con 23 yds in 13 portate (solo 1.3 di media) e il miglior ricevitore è Shorts con sole 61 yds in 7 lanci (per 8.7 a lancio).

New York Giants 7 @ Kansas City Chiefs 31

Altra giornata totalmente da dimenticare per Eli Manning, che dopo un big play da 69 yds che porta all’unico TD di giornata a nome Victor Cruz, si vede intercettare un altro lancio, arrivando a fine giornata con 18/37 per 217 yds.

La svolta arriva quando Dexter McCluster ritorna in end zone un punt per 89 yds, che apre la strada alla quarta vittoria stagionale dei Chiefs. Alex Smith ancora sulla cresta dell’onda, lancia 3 TDs, accompagnati si da 2 INTs ma anche da 24 completi per 288 yds.

Verrebbe da chiamarla la partita degli opposti, da una parte i Giants in calo assoluto, dall’altra i Chiefs in netta rinascita, grazie all’arrivo dell’ex 49ers e alla mano di Andy Reid. Ad accompagnare Patriots, Seahawks e Broncos a bottino pieno (in attesa di una tra Saints e Dolphins nel Monday Night), i Chiefs dopo un terzo di stagione hanno già raddoppiato il quantitativo di Ws della scorsa annata.

Pittsburgh Steelers 27 @ Minnesota Vikings 34

Partita interessante quella vista a Wembley, dove si sono scontrate 2 formazioni senza nessuna vittoria all’attivo. Notizia di giornata l’assenza di Ponder a favore di Matt Cassell, che disputa una partita di tutto rilievo e molto solida. A fine giornata il prodotto di USC arriva con 2 TDs con 248 yds in 16 completi.

Come auspicabile da sottolineare la prestazione di Adrian Peterson, che corre 140 yds in 23 portate, realizzando 2 segnature, 1 delle quali quasi sfondando la DL di Pittsburgh partendo dalle proprie 40. In netto rialzo anche le prestazioni dell’ex Packers, Greg Jennings, che riceve 3 palloni, portandone 2 in end zone. Ottima prova anche di Simpson che con 7 ricezioni percorre ben 124 yds.

Inutili i tentativi di Roethlisberger che cerca in tutti i modi di far tornare sotto i suoi, completando su 36 lanci su 51 con 383 yds e 1 TD per Cotchery. I Vikings ora prendono un pò di ossigeno, cercando di riportarsi su in classifica, mentre gli Steelers sprofondano ancora di più, cosa che alla lunga potrebbe probabilmente portarli già alla prossima stagione.

Post By Francesco Gentile (154 Posts)

Studente di giurisprudenza. Appassionato delle Big Four, NFL in particolare. Tifoso sfegatato Green & Gold!

Website: →

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

One thought on “NFL – Week 4 Results (1/2)

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.